marco-franchi-300x300GERENZANO – Il consigliere comunale di Forza Italia, Marco Franchi, dopo avere restituito alla maggioranza di Insieme e libertà per Gerenzano ed al sindaco Ivano Campi la delega al Commercio, spiega il perchè della sua scelta.

Pubblichiamo integralmente il lungo intervento a sua firma.

Il sindaco ha preso atto della riconsegna nelle sue mani della mia delega al commercio; ed ho letto con curiosità i suoi interventi sulla stampa locale. Dico con curiosità perché, dopo avermi risposto con una lettera ufficiale di due sole righe, ha invece mandato alla stampa un lungo comunicato in cui cercava di spiegare che la sua amministrazione avrebbe continuato il suo operato anche senza il mio apporto. Del fatto che siamo tutti utili ma non indispensabili, non avevo dubbi, ma di fatto per coprire la mia delega ha avuto bisogno addirittura di tre persone: un consigliere, un assessore e addirittura il vicesindaco.

Sottolineava il fatto che il mio contributo era ormai nullo, omettendo però di dire le motivazioni di tutto questo, che invece gli erano state spiegate chiaramente. Si è infatti dimenticato di raccontare che, mesi fa si è permesso di correggere e far pubblicare sul giornalino comunale, nonostante la mia contrarietà, un articolo a mia firma profondamente diverso dall’originale, che non era evidentemente a lui gradito.
A seguito di questo grave fatto, ovviamente da me non condiviso, i rapporti sono sicuramente cambiati, per poi arrivare in definitiva alla conseguente rinuncia da parte mia della delega al commercio quando ha approvato in consiglio comunale il nuovo Piano di governo del territorio, “ciliegina sulla torta” di questa amministrazione. Anche in questo caso il sindaco si è forse dimenticato di quando in campagna elettorale in ogni angolo del nostro paese faceva gazebi per spiegare che se fosse stato eletto non avrebbe fatto costruire tutti gli insediamenti commerciali, che erano a progetto, tra Gerenzano e Saronno.

Purtroppo, quattro anni dopo aver ottenuto la fiducia per diventare sindaco e ad un anno dalla scadenza del suo mandato, dimentica ciò che sosteneva e va ad approvare con il nuovo Pgt la costruzione di tutto quello che invece aveva dichiarato di ostacolare, e come per magia tutti i suoi no diventano sì. Chi in quel consiglio comunale non ha votato a favore si sta ancora chiedendo dove sta la coerenza. E nonostante continua a dire che non si è capito bene e tutto ciò non è vero, i gerenzanesi che invece hanno buona memoria di ciò che gli era stato promesso verificheranno con i propri occhi tutto ciò che verrà costruito nei pochi spazi liberi che separano il nostro paese dalla vicina Saronno.

Speriamo che i suoi assessori con a capo il vicesindaco, riescano a farlo ritornare sui suoi passi, perché sarebbe un peccato per tutti quei gerenzanesi che avevano creduto e posto la loro fiducia in questo sindaco che fa esattamente il contrario di quello che aveva promesso.
Marco Franchi

15092016

4 Commenti

Comments are closed.