federico-barbagallo SARONNO – Costituitosi nel giugno scorso, Il “Comitato per il No Saronno Referendum Costituzionale cui hanno aderito numerosi esponenti del mondo politico e della società saronnese, si è riunito martedì, 13 settembre, alle 21 alla Casa del Partigiano di via Maestri del Lavoro, 2 per designare il portavoce/coordinatore del comitato stesso e definire l’agenda delle prossime iniziative.

I presenti hanno proceduto alla nomina di Federico Barbagallo come portavoce del Comitato. Federico Barbagallo è iscritto alla Facoltà di Giurisprudenza della Statale di Milano, impegnato come rappresentante degli studenti e attivo nei comitati universitari per il No.

Eletto portavoce, dichiara: “Il Comitato ha lo scopo di diffondere e sostenere le ragioni del No nel Saronnese attraverso la presenza sul territorio e la promozione di iniziative per mettere in condizioni i cittadini di esercitare fino in fondo la sovranità popolare, come ha recentemente dichiarato il presidente della Repubblica Mattarella, senza subire ricatti e condizionamenti. Il nostro – continua Barbagallo – non vuole essere un approccio conservatore, di mera difesa delle procedure e delle forme della Costituzione, così come la conosciamo, siamo convinti della necessità di ammodernamenti e cambiamenti, ma a partire da scelte chiare e tenendo conto della tradizione costituzionale italiana”.

E ancora: “Siamo contro la confusione istituzionale del testo sottoposto a referendum, per questo proponiamo di votare No! Il cambiamento per il cambiamento non è una buona ragione per cambiare la costituzione. Un mutamento confuso e contraddittorio dell’assetto istituzionale può mettere a rischio le garanzie e l’attuazione di quei diritti civili ed economici previsti dalla Carta che incidono sulla vita concreta di tutte e tutti i cittadini. Come Comitato, siamo un soggetto plurale, che comprende diversi orientamenti e appartenenze, che si pone come punto di riferimento per tutti coloro (singoli o realtà organizzate) che desiderino impegnarsi in questa campagna referendaria a sostegno del No o vogliano semplicemente conoscere meglio i motivi che spingono in molti a contrastare questa proposta di revisione della Costituzione.”

16092016

1 commento

  1. grazie sara per la comunicazione tardiva evidentemente era più importante il cellulare della moglie di silighino
    grande giornalista!

Comments are closed.