roberto-crippa-ceriano-laghettoCERIANO LAGHETTO – “E’ successo ancora. Questa volta le gomme dell’automobile le hanno tagliate al vicesindaco Roberto Crippa, sabato sera mentre stavamo passando una piacevole serata alla festa dell’oratorio”.

A darne notizia è personalmente il sindaco di Ceriano Laghetto, Dante Cattaneo

“Chi alimenta odio personale, con disonestà e falsità, crea nelle menti più labili reazioni che qualifica come infami. Vorrei definire ignobili gli esecutori materiali e soprattutto i mandanti, ma forse è meglio essere più chiaro e chiamarli entrambi come meritano” rimarca il primo cittadino cerianese.

Un episodio dunque in paese non inedito, in passato era infatti toccato allo stesso sindaco Cattaneo, la cui auto era stata presa di mira dai vandali, con analoghe modalità. Ora sono in corso le indagini delle forze dell’ordine, anche se la assoluta mancanza di testimoni rende difficile, adesso come allora, risalire al responsabile o ai responsabili.

(nella foto di archivio: una immagine del vicesindaco Roberto Crippa)

20092016

5 Commenti

  1. Solidale! La guerra alle B-RISORSE è fatta di atti di sciacallaggio becero da punire esemplarmente. Atti da perseguire per il ripristino della legalitá…
    Esprimo tutto il mio sdegno!

  2. Ho letto l’articolo del 20 settembre, dove il sindaco di Ceriano Laghetto piange la foratura delle gomme del suo collaboratore Crippa e millanta complotti a loro danno. Commenta giustamente il giornalista di tale trafiletto, definendo il fatto “episodio non inedito”.
    Difatti tali episodi (chiamiamoli pure atti vandalici) ultimamente cadono a pioggia su tutti i cittadini cerianesi, senza distinzione di appartenenza politica. Ad esempio, nella stessa sera e nello stesso luogo dove hanno forato le gomme al vicesindaco Crippa, è stato rigato e rovinato il cofano dell’auto del fidanzato di un consigliere di minoranza. Non più tardi di qualche mese fa, io stesso ho trovato un ricamo eseguito con lo spray nero sulla portiera della mia auto… e chissà quanti altri episodi, lasciati nell’ombra perché accaduti al semplice cittadino x o y.
    E quindi? Sono questi ultimi da considerare crimini minori perché le vittime non sono famose?
    “l’odio personale, con la disonestà e la falsità….” (cit. Dante Cattaneo) lo alimenta chi cerca a tutti costi di dare connotazione politica a questi vandalismi, parlando di mandanti e giocando a vittimizzare i supereroi che ci amministrano.
    Basta con queste manfrine, chi non è stato vittima almeno una volta di queste cose (dal furto di bicicletta, al finestrino rotto, all’antenna auto rubata….) e non ha neanche avuto la consolazione di due righe sul giornale?!
    Al posto di cercare a parole ipotetici mandanti per episodi che riguardano solo lui e i “suoi”, sarebbe meglio che il Sindaco di Ceriano Laghetto organizzasse un più serio pattugliamento della Polizia Locale mettendo a bilancio qualche soldino in più per la sicurezza di TUTTI i cittadini.
    Grazie

    Mauro Campi

  3. ..e io che pensavo Ceriano Laghetto un’isola felice, un luminoso futuro da cui il sindaco di Saronno potesse prendere esempio 🙂 …eh, proprio vero l’erba del vicino è sempre più verde che nel caso specifico ben si addice

  4. Noooooo. non ci posso credere che certe cose accadano nella meravigliosa Ceriano dello sceriffo sindaco Cattaneo!

  5. Esprimo la mia solidarietà al vice sindaco questi gesti sono fatti da gente vigliacca

Comments are closed.