SARONNO – Negli ultimi giorni sono stati molti i saronnesi che si sono accorti che dietro Villa Gianetti era sparita l’isola gioco. A smontarla sono stati gli operai comunali per far spazio a quella nuova.

Grazie ai fondi del Dat, infatti, l’amministrazione comunale ha deciso di rinnovare lo spazio giochi. Con un investimento di poco meno di 20 mila euro è stata acquistata la nuova isola gioco e la pavimentazione antitrauma.

“E’ stata una scelta ponderata – spiega l’assessore al Commercio Francesco Banfi – abbiamo scelto un’area gioco nel cuore della città, in cui molti genitori avevano segnalato la necessità di interventi di rinnovamento e manutenzione. Anche nello stile del gioco abbiamo scelto di rispettare quello del parco e della sede di rappresentanza puntando su altalene di legno e giochi in stile castello. Ovviamente abbiamo tenuto in considerazione anche il costo della manutenzione e di un’eventuale futura sostituzione”.

Così ieri mattina torri, scivoli ed altalene sono stati posizionati sotto lo sguardo attento degli assessori Gianpietro Guaglianone e Francesco Banfi ed è proprio quest’ultimo a commentare: “Sorridendo pensavo a me stesso giocare da piccolo nel parchetto della villa Gianetti, i due scivoli, uno grosso e uno piccolo, fatti in lamiera… inutilizzabili d’estate, ma quasi indistruttibili. Facevo il raffronto col vecchio e ormai logoro castello, nel dimenticatoio delle amministrazioni”.

27092016

4 Commenti

  1. “nel dimenticatoio delle amministrazioni”? Della precedente amministrazione Porro vorrà dire, perché prima i giochi sono stati fatti nel 2000 e ben mantenuti per anni, E’ solo banale ordinaria amministrazione

  2. Quasi maggiorenni i bimbi ormai ragazzini sedicenni che hanno vissuto tutta la loro vita vedendo i giochi del giubileo del 2000. Per 16 anni nessuno ha più investito nei giochi. Chi era impegnato nel mattone, chi invece impegnato a pensare cose strane nella propria torre d’avorio… Concretezza e pragmaticità. Ci voleva un’amministrazione leghista per far ripartire Saronno. Saronno cambia musica… dopo 16 anni di nulla amministrativo.

  3. Ma se uno e’di Sac e l’altro di Domà Nunch di legista non c’è proprio nulla …. Due giovani amministratori che han voglia di fare, questa la differenza…

Comments are closed.