lazzate-andrea-monti-lega-nordLAZZATE – Andrea Monti ha sciolto le riserve: è pronto a candidarsi per il ruolo di segretario provinciale della Lega Nord. 38 anni, già assessore provinciale e consigliere provinciale di Monza e Brianza, oggi è assessore al comune di Lazzate, con delega, fra le altre, al Territorio. Figlio di Cesarino Monti, storico sindaco del centro brianzolo e Senatore della Repubblica scomparso nel 2012,  si è dedicato alla politica sin da giovane, sempre nelle file del Carroccio.

«Il mio obiettivo – dice – è quello di costruire una segreteria provinciale forte, autorevole, ben organizzata, che sappia coinvolgere ed amalgamare ogni anima del movimento. Guardo oltre le presunte divisioni, di ieri e di oggi, e non amo le “operazioni nostalgia”. Il mio sguardo è sempre rivolto al futuro, nella convinzione però che l’idea di una Lega come sindacato del territorio, unica forza politica capace di difendere e rappresentare la Padania produttiva, sia ancora quella vincente».

Di seguito vi riportiamo in forma integrale la lettera di presentazione della candidatura: 

“La Lega Nord è la mia famiglia, l’unica casa dove trova per me un senso fare politica. Lo è da tanti anni, passati insieme ad amici e militanti, lottando per difendere la nostra Terra, la nostra gente, i nostri valori e il grande sogno di libertà. Siamo in un momento politico delicato e di grande confusione, costretti a subire mai come prima la colonizzazione finanziaria di Roma e insieme i pesanti rischi di un’immigrazione incontrollata. A ridosso di importanti scadenze elettorali nella nostra Brianza, credo sia necessario lavorare per costruire una Lega capace di imporsi quale alternativa alle tante, troppe, amministrazioni di sinistra che stanno svendendo il nostro territorio, oggi condannato a perdere la propria identità e indipendenza.

Per questo ho deciso di mettere a disposizione le diverse esperienze maturate in questi anni, sia nel movimento che nelle istituzioni, candidandomi alle prossime elezioni per il rinnovo del segretario provinciale.

Una candidatura che ho deciso di comunicare direttamente a voi militanti, perché voi sarete quelli chiamati a scegliere e che dovrete affiancarmi, se sarò eletto, in questo gravoso impegno.

Il mio obiettivo è quello di costruire una segreteria provinciale forte, autorevole, ben organizzata, che sappia coinvolgere ed amalgamare ogni anima del movimento. Guardo oltre le presunte divisioni, di ieri e di oggi, e non amo le «operazioni nostalgia». Il mio sguardo è sempre rivolto al futuro, nella convinzione però che l’idea di una Lega come sindacato del territorio, unica forza politica capace di difendere e rappresentare la Padania produttiva, sia ancora quella vincente.

Noi che viviamo in Brianza, cuore laborioso del Nord, siamo chiamati a riconquistare posizioni anche tra i soggetti sociali ed economici più vessati: piccoli industriali, artigiani e partite IVA. Per farlo dobbiamo impegnarci. Io credo nel lavoro, nella dedizione e nella determinazione necessaria per raggiungere grandi obiettivi.

Il primo e più importante deve essere quello di batterci per riconquistare i nostri municipi, partendo dal nostro capoluogo, così da riaffermare il buon governo dei sindaci della Lega, oggi ridotti ad un numero troppo esiguo.

Per farlo è necessaria la collaborazione di tutti i militanti, nessuno escluso, in tempi in cui le risorse saranno inevitabilmente sempre meno. Questo non ci deve spaventare, perché la Lega Nord è nata e cresciuta con pochissimo, ma con l’amore e l’entusiasmo di chi ci ha creduto e si è battuto perché diventasse ciò che è ora.

Io ci sono, io ci credo e voglio impegnarmi perché la Lega nella nostra Brianza sia sempre più forte.

Padania sempre”.

28092016

1 commento

Comments are closed.