UBOLDO – “Siamo qui per ribadire un concetto che deve essere chiaro: i flussi migratori giovano solo al business dell’accoglienza, in cui in troppi speculano”. A dirlo è stato il responsabile provinciale di CasaPound Italia Varese, Gabriele Bardelli, al termine della manifestazione che si è svolta questo pomeriggio a Uboldo, davanti la struttura che alla Cascina Regusella ospita 150 profughi.

“La società che gestisce la struttura è fra i soggetti che hanno partecipato a questo business e ora – ha proseguito Bardelli – vuole lavarsene le mani, costringendo il Comune a prendersi l’onere della pratica. Gli immigrati sono un fonte di reddito sicura per pochi, ma fonte di problemi sociali per moltissimi”.

“I 150 clandestini trasferiti qui – ha aggiunto l’esponente di Cpi – hanno alzato la voce e chiesto di essere regolarizzati. Una normativa, in vigore dall’anno scorso, permette anche a chi è richiedente asilo, dopo solo sei mesi di residenza sul territorio lombardo, di riceve la carta d’identità e di poter lavorare. A fronte di questo i controlli non solo non sono stati rafforzati, ma sono di fatto azzerati”.

“In una situazione di grave crisi, come quella in cui versa la nostra nazione, non possiamo permettere a chi sfrutta l’immigrazione di non rendere conto delle proprie responsabilità. E la società che gestisce la struttura di Uboldo – ha sottolineato – non fa eccezione”.

01102016

3 Commenti

  1. E c’è chi continua a chiamarle RISORSE: Boldrini,Alfano,Renzi! ..RISORSE economiche SOLO per la CARITAS e le cooperative “rosse” nate come i funghi per sfruttare l’opportunitá di fare affari sotto la parvenza della parola “accoglienza”.
    Adesso ci costa uno sproposito rimpatriarle, dopo tutto quello che ci è costato “salvarle” (importarle peró sarebbe il termine esatto) quindi non ci resta che tenercele visto che i confini con il nord europa sono chiusi. Alla fine dovremo anche mantenerle perchè i soldi che l’europa ci dava sono finiti. Un sentito grazie a voi per la manifestazione di oggi da parte di tutti gli Uboldesi che non ne possono più di avere queste RISORSE che fruttano ad altri, sul nostro territorio.

  2. penosi, arrivano a 30 gatti e rompono le scatole. Fanno l’adunata da tutta la Lombardia come gli aerei di Mussolini sempre quelli sono.

Comments are closed.