SARONNO – Malgrado la scarsa pioggia e il forte vento delle ultime settimane hanno portato ad una stagione annata di funghi decisamente avara le 8 squadre dell’associazione Micologica Bresadola, Gruppo C. Ceriani di Saronno sono riuscite a portare in Sala Nevera a Casa Morandi oltre 150 specie di funghi Per la 41esima edizione della mostra micologica.

“Sicuramente questa è un’annata avara – spiegano gli esperti – le condizioni meteo non hanno favorito la crescita, tanto che gli esemplari trovati sono tutti poco rigogliosi e in sofferenza. Anzi molte specie non si sono nemmeno trovate”. È il caso ad esempio dell’Amanita Falloide, un fungo velonoso che spesso cresce anche nelle aree verdi cittadine, che a differenza delle ultime edizioni non è stata esposta perchè non si è trovata. Tra i funghi rari spicca invece un esemplare di Malanolueca verrucipes.

Al taglio del nastro alle 10, accanto ai soci e al presidente dell’associazione, il vicesindaco PierAngela Vanzulli, il presidente del consiglio comunale Raffaele Fagioli e l’assessore alla Cultura Lucia Castelli. Presente anche l’ex sindaco Luciano Porro.

Tanti anche i saronnesi che hanno affollato l’esposizione, che sarà aperta anche nella giornata di domani, in cui non è mancata l’area dedicata ai più piccoli con Barbie e persino dei pesciolini rossi vivi. Un angolo che il vicesindaco ha simpaticamente soprannominato “il presepe dei funghi”

Sempre Vanzulli, in una breve introduzione ha lodato l’esposizione “che ha portato in Sala Nevera non solo i colori ma anche il profumo dell’autunno”. “Credo che diano un messaggio importante – ha continuato – perchè si tratta di persone che vivono con curiosità, interesse e voglia di comprendere e approfondire la natura un messaggio importante da rilanciare anche ai più giovani”.