UBOLDO – Probabilmente, secondo quanto emerso dal resoconto di alcuni testimoni, erano in tre i malviventi che hanno realizzato il colpo ai danni della filiale di via Italia della Banca Popolare di Milano ad Uboldo.

09102016-bancomat-uboldo-bpm

Sono entrati in azione poco dopo le 3,30 incuranti di trovarsi in centro paese. Per provocare l’esplosione hanno, secondo le prime indiscrezioni utilizzato bombole di acetilene, un gas estremamente infiammabile con un’altissima potenza di deflagrazione.

Proprio per questo i danni sono stati consistenti sia sotto i portici sia nella filiale. La parete divisoria dell’area bancomat è rientrata, per effetto dell’epslosione, all’interno dell’istituto di credito tanto che i vigili del fuoco del distaccamento di Saronno, arrivati sul posto per la messa in sicurezza hanno avuto non poca difficoltà ad entrare.

Anche per questo non è certo che i ladri siano riusciti a prelevare il bottino. La cassaforte del distributore automatico si è sicuramente aperta e decine di banconote, alcune mezze bruciacchiate, erano sparse per la filiale e in mezzo alla strada. Bisognerà attendere gli accertamenti contabili per capire se e quanti soldi abbiano preso i ladri. Sul posto sono accorsi i carabinieri della compagnia di Saronno ed anche un responsabile dell’agenzia.

Nella mattinata di sabato sono quindi iniziati i lavori di messa in sicurezza dell’agenzia anche se saranno necessari consistenti interventi, che inizieranno lunedì per rimettere in perfetto ordine la filiale. I militari hanno effettuato i primi rilievi e ascoltato la testimonianza dei residenti: qualcuno ha visto un’auto sfrecciare via altri tre persone allontanarsi dalla banca.

Elementi più precisi, utili per le indagini, potrebbero arrivare dalle immagini della videosorveglianza cittadina.

09102016