COMASCO – I carabinieri hanno eseguito questa mattina due ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico di due italiani, di 58 anni e 29 anni; l’accusa per loro è di concorso in spaccio di cocaina, hashish e marijuana.

cc-posto-di-blocco

I militari hanno monitorato i loro contatti e la loro illecita attività per mesi, raccogliendo anche le testimonianze degli acquirenti i quali compravano da loro la droga a Fino Mornasco, Bulgarograsso e Luisago. Fondamentali le segnalazioni dei cittadini che hanno comunicato ai carabinieri i frequenti movimenti sospetti nel loro territorio. Da qui l’inizio dell’inchiesta che ha condotto i militari a documentare svariate cessioni ed effettuare frequentemente sequestri di piccoli quantitativi. L’accorgimento infatti dei due pusher era quello di variare continuamente il luogo dello smercio, scegliendo di volta in volta zone differenti, a volte anche su strada o con consegna a domicilio, con rifornimenti anche più volte al giorno di poche dosi, da rivendere in modo da non essere trovati in possesso di quantitativi elevati di stupefacente, evitando lo spaccio presso zone boschive perché più monitorate dalle forze dell’ordine. Tratti in arresto, sono stati trasferiti al carcere del Bassone di Como.

10102016