COMASCO – Violenza sessuale nel Parco del Lura: i carabinieri del comando di Lomazzo hanno ricostruito in breve tempo le angherie subite da una ragazza italiana venticinquenne fidanzata con un marocchino ventottenne. Dopo un anno e mezzo di fidanzamento la giovane ha deciso di terminare la relazione sentimentale, cosa avvenuta ad inizio estate, anche forse per tentare di uscire da un “brutto giro” nel quale era stata vorticosamente coinvolta. Ma lui non si è rassegnato ed ha continuato a contattarla finché la ragazza a ferragosto gli ha concesso un confronto faccia a faccia in un luogo appartato all’interno del Parco del Lura. Dopo una breve discussione, è stata picchiata e minacciata, ed ha dichiarato agli inquirenti di essere stata costretta a subire un rapporto sessuale non consenziente, violenza accertata all’ospedale Sant’Anna di Como la sera stessa.

04102016-caduto-nel-lura-5

Dopo pochi giorni, la denuncia agli uffici della stazione carabinieri di Lomazzo. Ne è nata un’inchiesta nel corso della quale i militari sono riusciti con non poche difficoltà e reticenze a dimostrare vari episodi violenti cui la ragazza è stata vittima nel corso della storia d’amore e a seguito dei quali ha riportato lesioni, anche importanti. L’autorità giudiziaria di Como a fine settembre ha emesso un ordine di custodia cautelare in carcere nei confronti del marocchino che però era già ricercato dal febbraio 2014 per spaccio di sostanze stupefacenti commesso nel fiorentino, e pertanto non facilmente reperibile. Nella tarda mattinata di oggi, a conclusione di una mirata indagine tecnica effettuata mediante intercettazioni telefoniche e localizzazioni satellitari, il marocchino è stato individuato all’interno del supermercato “Superdì” di Bregnano e, nonostante il tentativo di fuga, è stato accerchiato e bloccato dai carabinieri. Arrestato, è stato condotto nel carcere Bassone di Como.

12102016

9 Commenti

  1. beh, subito a fare i razzisti e gridare alla castrazione chimica e alla pena di morte …. ma solo perché è marocchino .. se invece, come purtroppo succede, il fidanzato fosse stato italiano ?

    La cronaca è piena zeppa di casi orrendi, dove il maschio è il violento e la femmina la vittima, dove il marito italianissimo uccide la moglie o il fidanzato italianissimo uccide la fidanzata .. per cui (per favore) piantatela di considerare questi casi solo perché c’è di mezzo un extracomunitario, considerateli invece per quello che sono: atti violenti figli di una cultura maschilista !

    • Per me chi stupra una donna deve essere condannatgo alla pena di morte…. a prescindere dalla nazionalità!

    • Non si tratta di razzismo, se il fidanzato fosse stato italiano varrebbero le stesse considerazioni!

  2. e ci si stupisce? (nordafricano che sposa un’italiana..)
    consiglio a tutti di andarci, almeno una volta nella vita da quelle parti, capireste mooolte cose.
    La verità è che ci stiamo tirando addosso tanta di quella MxxA continuando a far finta di non vedere la realtà, e tutto per quale stupido e irrealizzabile ideale!?! il mondo non è tutto uguale

Comments are closed.