CERIANO LAGHETTO – Con quella posizionata all’ingresso della “Cùrt del Pedròeu” in via Cadorna, in occasione della Festa dei cortili, sono in totale ventuno le targhe in terracotta che ricordano e valorizzano i nomi antichi delle corti cerianesi. Un progetto avviato nel 2013 dall’Amministrazione comunale in collaborazione con la Pro loco Ceriano e il Circolo storico cerianese, per il recupero dei nomi delle corti del paese, a cui spesso si associano storia, curiosità, aneddoti.

targhe-storiche-cortili

La realizzazione materiale delle targhe, con base in terracotta e dipinto in acrilico ad alta resistenza, è affidato all’artista cerianese Daniel Longoni, che, in modo assolutamente gratuito, ha accettato con entusiasmo questa sfida tre anni fa e prosegue con la sua opera:”Al progetto iniziale si sono aggiunti, un po’ alla volta, altri cortili, fino ad arrivare al numero totale di ventisei. La realizzazione di ogni targa richiede tempo e cura, per garantire la fedeltà dell’immagine ai ritratti originali del passato e poi la durata del tempo. Per le immagini storiche dei cortili faccio riferimento all’opera dell’architetto Occa, che realizzò una serie di ritratti a china negli anni ottanta”.

“E’ un progetto ambizioso che unisce arte, storia e tradizione popolare e che volentieri l’Amministrazione comunale ha deciso di sostenere, in relazione alle risorse disponibili, anche per dare continuità al lavoro di ricerca e recupero della nostra storia portato avanti con grande cura dal Circolo storico cerianese – aggiunge il sindaco Dante Cattaneo – A loro, alla Pro Loco e soprattutto all’artista Daniel Longoni, va il ringraziamento di tutta la cittadinanza per l’impegno con cui si dedicano a questa iniziativa”.

19102016