lucio bergamaschiSARONNO – Cordoglio anche saronnese per la morte, stamane, della 89enne Tina Anselmi, già ministro ed esponente di primo piano della Democrazia cristiana, che si è spenta nella sua casa di Castelfranco Veneto.

“Ricordo – dice Lucio Bergamaschi dei Popolari di Saronno – che per noi cattolici popolari negli anni ’70 la Tina era una delle poche figure spendibili di democristiani per sopravvivere in un contesto che odiava esplicitamente qualsiasi presenza politica con riferimento cristiano. Grazie anche per averci garantito l’agibilità politica in più di un’occasione!” Tina Anselmi era stata la prima donna a ricoprire l’incarico di ministro nella Repubblica italiana, dopo essere stata per tre volte vicesegretario al ministero del Lavoro e della previdenza sociale. Nel 1976 la nomina a ministro nel Governo Andreotti; e poi fra il 1978 ed il 1979 era stata anche ministro della Sanità. Nel 1998 aveva ricevuto l’onorificenza di “Cavaliere di gran croce” al merito della Repubblica italiana.

(foto archivio: Lucio Bergamaschi)

01112016