31052015 notte elettorale (31) silighiniSARONNO – “Sfogliando il dizionario della lingua italiana l’unica parola che trovo per descrivere le esternazioni politiche dopo l’ennesimo atto di distruzione urbana perpetrato a Saronno dall’ex centro sociale Telos è “ipocrisia”. I delinquenti del Telos hanno avvisato circa la loro manifestazione e sarebbero bastati tre vigili urbani mandati dal sindaco Alessandro Fagioli per allontanarli ma ciò non è stato fatto. Perché?”

A chiederselo è Luciano Silighini Garagnani, già candidato sindaco a Saronno e fondatore del movimento “L’Italia che verrà”

Vuole, il sindaco, che gli fornisca nome, cognome,indirizzo e anche data del compleanno di almeno una trentina di loro? Li conosco io come li conoscono tutti i politici saronnesi eppure nulla. Solo comunicati stampa indignati. Sane manganellate sulla schiena se fanno resistenza e fogli di via comunali, in quindici minuti tutto risolto. Su loro che dire? Non si rendono nemmeno conto di essere identici a chi fintamente combattono. Parlano di ecologia e poi imbrattano e lasciano un letamaio nei prati e per le strade. Fagioli fatti da parte, ci penso io!

03112016

8 Commenti

  1. Grazie: avere i nomi non ci dispiacerebbe affatto, per conoscenza. Prego, elencare. Sulle vergate sulla schiena, ugualmente d’accordo.

  2. Silighini con gli inseparabili amici Paolo O. e Luca C. provvederà per l’ennesima volta a porre rimedio a ciò che i telosini rovinano.

  3. Ma questo parla ancora..Ma per favore! Ma gente seria che si occupi di politica in modo serio, c’è a Saronno??? Ho i miei forti dubbi!!!

  4. condivido il pensiero e il modus operandi.. ma alla fine tutti hanno le mani legate siano telos, nord africani etc.. ho incontrato recentemente un amico sardo che mi ha detto che nel centro sardegna non ci sono problemi di questo tipo.. se fai qualcosa..semplicemente ..sparisci..

Comments are closed.