GERENZANO- Gerenzano accoglie il nuovo parroco don Franco Motta. Sabato pomeriggio, la tregua temporanea della pioggia ha permesso lo svolgersi del corteo che dalla chiesetta di san Giacomo ha accompagnato il parroco fino all’ingresso della chiesa parrocchiale dove lo stavano aspettando il sindaco Ivano Campi, l’amministrazione comunale, i sacerdoti che hanno concelebrato e il coro che ha intonato un canto mentre gli venivano consegnate le chiavi della chiesa. Al termine don Franco ha spalancato il portone centrale entrando in chiesa che si è presentata al nuovo parroco gremita di fedeli. Molti sono stati infatti i gerenzanesi che hanno voluto dare il benvenuto a don Franco e, accanto a loro, anche chi è partito con i tre pullman da Sesto San Giovanni per portare un saluto al sacerdote.

Il rito di introduzione della celebrazione è stato ricco di segni e simboli significativi. Don Franco attraverso le mani del Vicario Episcopale Monsignor Gian Paolo Citterio, riceve ufficialmente la nomina con un decreto che viene letto dal decano don Maurizio Corbetta.  Quindi una serie di gesti che aiutano a comprendere il significato della presenza e della missione del parroco.

Al termine della celebrazione sotto al tendone dell’oratorio è  stato offerto a tutti un “apericena” e don Franco ha potuto salutare parenti e amici. Domenica mattina anche i bambini e ragazzi degli oratori hanno voluto essere presenti all’ingresso del nuovo parroco:  a loro sono stati consegnati i palloncini bianchi e rossi ed è iniziato un piccolo corteo che ha accompagnato il sacerdote, accompagnato dalla banda e dalle majorettes,  sul sagrato della chiesa dove sono stati fatti volare i palloncini. Don Franco Motta ha quindi celebrato la messa dei ragazzi e al termine c’è stato anche il tempo per la consegna del regalo degli oratori: una bicicletta per poter percorrere in largo e in lungo le vie del paese.

Anche il sindaco Campi, a nome di tutta l’amministrazione comunale ha voluto salutare il parroco: “E’ con grande gioia che le do il benvenuto a nome di tutta l’amministrazione, del consiglio comunale e di tutti i gerenzanesi. Da oggi, ufficialmente, Gerenzano è anche il suo paese. Scoprirà che nonostante qualche difetto, noi gerenzanesi abbiamo anche tante qualità. Il nostro è un paese dalle profonde radici cristiane e sono sicuro che lei le farà fiorire ancora di più. In questo giorno di festa il nostro pensiero e un saluto di ringraziamento vanno anche a chi l’ha preceduta , don Filippo Guarnerio. Il reciproco aiuto, il sostegno, la collaborazione, il lavoro in sinergia tra l’amministrazione e la parrocchia, continueranno a dare i loro frutti positivi a favore di tutti i gerenzanesi, in particolare a sostegno delle tante persone in difficoltà. Già da ora la ringrazio per tutto quanto farà e sta già facendo per tutta la nostra comunità. Benvenuto Don Franco”.

08112016