SARONNO – Via Volta, via Concordia, via Dalmazia, via Miola, via Varese, via Filippo Reina, piazzale Borella, via Primo Maggio e via Volonterio, via Don Sturzo. Sono queste le vie in cui si sono realizzati i primi dieci interventi realizzati dall’Amministrazione comunale su richiesta dei saronnesi.

09112016-mappa-interventi-on-demand-lonardoni

Facciamo un passo indietro: quest’estate l’assessore ai Lavori Pubblici Dario Lonardoni ha raccolto tutte le segnalazioni arrivate dai residenti e dai commercianti per quanto riguarda buche e ammaloramenti di strade e marciapiedi. “Abbiamo realizzato una mappa con tutti le richieste arrivate – spiega l’esponente della Giunta del sindaco Alessandro Fagioli – e da qui siamo partiti con i tecnici comunali per realizzare una scala di priorità. Avere una rappresentazione grafica delle domande ci ha aiutato anche ad ottimizza gli interventi partendo da quelli analoghi e limitrofi”.

Così con un budget di 80 mila euro sono stati messi in cantiere i primi interventi: il rifacimento di marciapiedi danneggiati, la creazione di scivoli per carrozzine in prossimità degli attraversamenti pedonali (come in piazzale Borrella davanti all’ospedale), rattoppi all’asfalto per eliminare avvallamenti e buche, sistemazione delle griglie delle bocche di lupo, sostituzione dei parapedoni e delle grondaie danneggiate.

“Gli interventi già realizzati sono una poco meno di una ventina – spiega l’assessore Lonardoni – e continueremo con le riparazioni e le risposte fino al completo esaurimento del budget. La speranza è quella di poter completare l’operazione, complessivamente le richieste arrivate dai saronnesi 36, con le prossime disponibilità di bilancio. “Le riparazioni effettuate in questa prima fase – rimarca Lonardoni – sono distribuite in tutta la città dalla zona a traffico limitato al quartiere Prealpi e Matteotti”.

11112016

5 Commenti

  1. nessun commento?
    già, forse perché a qualcuno da fastidio ammettere che Lonardoni sta dando i suoi frutti.
    continua così, bravo Dario!

  2. Beh, i ‘rattoppamenti’ li hanno sempre fatti ed il problema è proprio questo. Con le prime gelate ed il caldo intenso dell’estate l’asfalto si logora e le prime parti che vengono colpite sono proprio questi pagliativi. E’ un po’ come cercare di tappare una bottiglia di spumante con l’ostia della comunione. L’unica soluzione è il rifacimento dell’intero manto stradale. Per il momento si può al massimo apprezzare la disponibilità all’ascolto di Londaroni

  3. Scusate ma leggo di interventi in via volta anche ai marciapiedi. Quali? Ho fatto più segnalazioni ai vigili x cartelli divelti e mai rimessi allegando foto e ricevendo rassicurazioni. Cosa più pericolosa e grave, le strisce dei passaggi pedonali consumate e non rifatte in tutta la zona. Ma quelle dei parcheggi sì. Che avessero finito la vernice? Scusate ma il mio lavoro mi porta a dare particolare attenzione ai problemi della viabilità e all’incolumità di pedoni e automobilisti. Cordialmente. Barbara Premoli

Comments are closed.