stazione treno saronno binari banchina (2)SARONNO- Il Movimento 5 stelle Lombardia chiede che non si aumentino le tariffe dei treni.
“Abbiamo chiesto a Sorte di fare un passo indietro rispetto alle sue dichiarazioni sull’aumento del 5% delle tariffe dei biglietti dei treni. Sarebbe il secondo aumento nella stessa legislatura regionale. Un provvedimento del tutto iniquo. Con che coraggio si possono mettere le mani in tasca dei lombardi per supplire all’incapacità di un assessorato che non è in grado né di garantire puntualità ed efficienza del servizio ferroviario regionale, né di garantire la sicurezza? L’assessore Sorte ha già sprecato 7 milioni di euro per un’operazione spot sui “vigilantes” sui treni, facendo credere che i 200 assunti avessero i requisiti per intervenire in caso di aggressioni. E fu grazie alle interrogazioni del M5S che poi dovette ammettere che si trattava solo di “operatori di cortesia”, una sorta di portaborse dei controllori. Dopo questo spreco di risorse, ora vorrebbe metterci, a spese sempre dei cittadini, delle guardie giurate che, comunque, non basteranno a garantire la sicurezza: per farlo occorre attivare un piano strutturato, rivitalizzare le biglietterie alle stazioni, assumere personale per il controllo dei locali e delle sale d’attesa, assumere più personale di bordo. Assistiamo invece a una progressiva desertificazione e abbandono delle stazioni che diventano così facile preda di vandali e delinquenti. Ancora una volta, la soluzione è lavorare alle cause del problema e Regione Lombardia non lo fa. Sorte ha risposto confermando la volontà di aumentare le tariffe.” Così Iolanda Nanni, capogruppo M5S Lombardia.
Per Nanni “I pendolari hanno buona memoria, ricordano bene che agli aumenti tariffe del 2015 non ha fatto seguito un miglioramento dei servizi. Come ricordano che l’anno scorso sono stati assunti 200 “vigilantes” inutili, sprecando milioni di euro pubblici per una mossa di pura propaganda. Se Sorte persevera su questa linea, rischierà di inimicarsi definitivamente tutto il mondo pendolare”.

(foto archivio)

10112016

4 Commenti

  1. mi sfugge come “assumere personale per il controllo dei locali e delle sale d’attesa, assumere più personale di bordo” sia compatibile con tariffe fisse.

    Misteri grillini

  2. Sono un pendolare dal 1998 sulla tratta Como-Milano, poi Lomazzo-Milano ora Saronno-Milano.
    Diciamo che ne ho passato di tempo sui treni di TRENord ed ora come ora, la sento un po’ anche “mia” !

    Sono passati tanti anni (18), da quando viaggiavamo con la carrozza motrice di terza categoria, quella con i sedili in legno, ve la ricordate ? quella che aveva lo scaldino sotto il sedere, che d’inverno se ci mettevi i piedi ti si scioglievano le suole delle scarpe ! Chissà dove sarà finita ora ? a San Francisco ? (però quanto era bella) ne sono state fatte di migliorie nel tempo !!!

    Trenord è un’azienda solida, avrà anche le sue pecche, treni affollati, a volte ritardi, però se debbo tirare le somme non posso di certo lamentarmi (calcolando che viaggio in piedi sia la mattina che la sera tutti i gg da oltre 5anni da Saronno).

    Nel corso degli anni hanno ammodernato i treni, le linee, hanno messo quegli odiosi tornelli in Cadorna, ma col tempo ci siamo abituati. Se guardate oltre Saronno in direzione di Como stanno lavorando per creare i sottopassi per chiudere i passaggi a livello, sembra una sciocchezza, ma non oso pensare al costo esorbitante di tale operazione. A Rovello Porro l’hanno già fatto, a Grandate lo stanno facendo. Questo per dire che l’azienda è in eterna evoluzione, e naturalmente avrà bisogno di FORAGGIO fresco !
    Adesso c’è un problema, ed il problema si chiama sicurezza. C’è troppa gente in giro libera e desiderosa di arrecare danno al prossimo liberamente, questo perchè in Italia non vi è una vera e severa educazione civica.
    Una sciocchezza :
    Personalmente quando vedo ragazzi e ragazze prendere e mettere i piedi sui sedili mi parte l’embolo… Mi fermo li fisso li guardo, ma non gli passa manco per l’anticamera del cervello che stanno SBAGLIANDO e arrecando un danno alla collettività, pensare poi alla sicurezza a gente che prende spacca tutto… NON CI SIAMO ! In Germania i poliziotti vanno in giro con il MANGANELLO e picchiano duro e secondo me fanno bene !

    Ci vorrebbero anche da noi un paio di VIGILANTI da 1,90 per 100Kg con il manganello alla mano ed il cane antidroga ! e anche con la possibilità di riscuotere Multe.
    Secondo me se ad ogni persona che mette i piedi sul sedile gli si tirasse una manganellata sui piedi e poi gli si staccasse un bel ticket di Multa da 50€ secondo me ci penserebbe su due volte prima di ricommettere lo stesso errore.

    Io personalmente sono concorde all’aumento del 5% del costo del mio mensile che ad oggi è pari a 77,50€ (integrato ATM) sinceramente 2€ in più al mese sul costo del mio abbonamento non mi fanno la differenza, a patto che vi sia più sicurezza sui treni.

    Però cara TRENORD iniziamo a mettere più tornelli anche nelle Stazioni MINORI, troppa gente continua ad usufruire dei servizi senza pagare.

    Iniziamo ad allungare un po’ questi treni dei Pendolari. Non è possibile che uno paghi il biglietto per stare costantemente in piedi schiacciato !!!

    Adeguiamo le Multe ! Anziche 5€ di contravvenzione alziamola a 50€ magari si troverebbero i fondi per evitare l’aumento dell’abbonamento ai Pendolari.
    A mio avviso si riesce a trovare una SOLUZIONE, basta volerlo.

    • Anche io come lei sono pendolare (l’alternativa lavoro in auto è impensabile).
      nel corso degli anno è doveroso registrare un miglioramento del servizio specie se paragonato ad altre tratte bistrattate come la linea che va a canzo asso per non parlare delle altre regioni dove non è minimamente pensabile (per esperienza personale) effettuare paragoni, Milano e la Lombardia vanno ad un velocità che è troppo per le altre regioni (ovviamente non per tutto).
      detto ciò 2 € non sono tante ma sommate tutti questi aumenti…
      Sinceramente in molti tratti dell’anno io sono stufo di viaggiare in piedi, schiacciato con delle temperature interne da ghiacciaia in estate e sauna in inverno.
      Ciò che mi dà più fastidio è il capotreno che se ne sta SEMPRE in cabina a parlare con il macchinista invece di sincerarsi di come stanno le persone nei convogli, se fa troppo caldo, freddo…
      io non mostro il mio abbonamento al capotreno da mesi..

  3. Aumentiamo pure del 10% le tariffe, basta che la finiamo con questi treni affollatissimi!

Comments are closed.