CISLAGO / CERIANO LAGHETTO – “Il pusher estrae il machete: ma dalla boscaglia sbucano venti carabinieri! Un plauso all’azione delle forze dell’ordine che hanno arrestato due spacciatori, peraltro clandestini“. Così il sindaco “antispaccio”, Dante Cattaneo di Ceriano Laghetto, dopo l’operazione delle forze dell’ordine che, pedinando una donna di Cislago in cerca di droga, hanno acciuffato due spacciatori nei boschi del Parco Groane.

dante-cattaneo-bosco

“Il Parco Groane si ripulisce così, con azioni mirate, concrete e continuate nel tempo. Grazie! Avanti così, il parco è dei cittadini non dei delinquenti. Vogliamo sicurezza” conclude il primo cittadino cerianese, sempre in prima linea nel chiedere interventi per “ripulire” le zone boschive che dalla periferia di Saronno e Caronno Pertusella si estendono verso altomilanese e Brianza, e dove spesso si appostano gli spacciatori di sostanze stupefacente in attesa dei loro clienti.

(foto archivio: il sindaco Dante Cattaneo nel Parco delle Groane durante uno dei frequenti controlli contro gli spacciatori)

16112016