SARONNO – Incaricati dell’Enel a zonzo per Cassina Ferrara, bussano alle porte e chiedono di entrare ma la società dell’energia non ne sa nulla. Diversi gli episodi che sono stati segnalati negli ultimi giorni, in via Togliatti ed anche in altre aree del periferico quartiere al confine con Rovello Porro.

polizia locale giorno pattuglia cassina ferrara controlli (2)

Sempre uguale il copione, con lo sconosciuto di turno che suona al campanello e chiede di entrare, affermando di essere incaricato Enel. Differenti le scuse, quella di controllare i contatori oppure di verificare le bollette a fronte di possibile errori, sempre con la promessa per l’utente di ottenere uno sconto oppure un rimborso. A quanto pare nessuno ci è cascato e nessuno ha aperto la porta, e qualcuno ha anche contattato il servizio clienti di Enel per avere notizie certe, e sapere se l’uomo che aveva appena suonato al campanello fosse davvero della società elettrica e del gas ma da quelle parti non era stato inviato nessuno, e per nessun motivo. Il suggerimento delle forze dell’ordine, per episodi come questi, è sempre quello di diffidare e nel dubbio rivolgersi a carabinieri o polizia locale.

(foto archivio: polizia locale a Cassina Ferrara)

25112016