Home Cronaca Morti sospette, Cazzaniga chiede la scarcerazione al Riesame

Morti sospette, Cazzaniga chiede la scarcerazione al Riesame

73
2

SARONNO – MILANO – Nuovo avvocato e ricorso al tribunale del riesame di Milano per Leonardo Cazzaniga, il 60enne ex viceprimario del pronto soccorso, accusato, nell’ambito dell’operazione “Angeli e demoni” portata avanti dai carabinieri della compagnia cittadina di essere il responsabile di 4 morti sospette avvenute al pronto soccorso di Saronno. Inoltre l’uomo è accusato anche di aver portato, con la compagna Laura Taroni, alla morte del marito della donna con un sovradosaggio di farmaci. Il ricorso del medico contro l’ordinanza che l’ha portato in carcere verrà discussa in udienza il 21 dicembre. A difendere l’uomo ora è il legale Ennio Buffoli che ha dichiarato di voler leggere le carte prima di valutare altri passi.

Dopo l’arresto, davanti al gip Luca Labianca Leonardo Cazzaniga, affiancato dall’avvocato Enza Mollica aveva spiegato che il celeberrimo protocollo Cazzaniga non era fatto per uccidere solo per “alleviare le sofferenze di malati terminali”. Inoltre l’uomo aveva negato ogni addebito per le accuse mosse alla compagna.

(foto un’immagine della trasmissione quarto grado)

18122016

2 Commenti

Comments are closed.