SARONNO – Botti di capodanno, ecco un piccolo vademecum se avete cani e gatti o altri animali domestici: gli animali infatti sono spesso spaventati dai fuochi artificiali. “Capodanno gioie e dolori” è la sentenza di Matteo Romanò, noto addestratore cinofilo saronnese, “ogni anno purtroppo ci troviamo di fronte a scene non belle, lo scorso anno un cane corse per tutta la notte fino a consumarsi totalmente i polpastrelli: ma noi non possiamo far altro che prevenire”.
Alcuni consigli su come comportarsi con gli animali domestici? “Sicuramente tenerli in casa aiuta parecchio, sia perché li proteggono da possibili botti inesplosi sia perché possiamo tenerli sotto controllo ed evitare come spesso accade per i cani che fuggano impauriti dalle esplosioni”.

Come fare per gestire la serata? “Anticipare di qualche ora l’uscita serale in orari lontani da possibili esplosioni che spesso iniziano ben prima della mezzanotte, e cercare di tenere gli animali impegnati e distrarli durante i minuti clou. Impegnarli giocando con dei giochi ripieni di cibo aiuta come aiuta anche alzare i volumi del televisore per camuffare i rumori degli spari e dei botti. Evitare di dare troppe attenzioni agli animali, perché potrebbe come nel caso opposto di agitarli anche anticipatamente”.

E ancora: “Non cercare di trattenere gli animali, ma lasciarli liberi di muoversi all’interno delle abitazioni, per chi ha animali all’esterno sarebbe meglio ricoverarli in posti sicuri, lasciare a disposizione degli animali acqua e la loro cuccia, evitare di lasciare gli animali in casa da soli, soprattutto in zone “calde” dove è risaputo che vengono sparati grandi quantità di botti. Attenzione alla nuova moda delle pistole a salve che in taluni casi essendo esplosioni del tutto immediate e potenti spaventano di molto gli animali”.

31122016