SARONNO – “Serve un senso unico in via Ungaretti, abbiamo raccolto le firme ma dall’Amministrazione Fagioli non arriva nessuna risposta anzi regna il silenzio”. Così si può riassumere la posizione dei 42 residenti dell’arteria che porta da via Piave al minigolf.

I residenti firmatari di questa petizione chiedono “l’istituzione del senso unico di marcia con il mantenimento dei parcheggi, con divieto di sosta per i veicoli ingombranti e inserimento di due dossi per limitazione della velocità”.

I residenti chiedono quindi la modifica viabilistica per poter entrare ed uscire dalla propria abitazioni in sicurezza ed anche per migliorare la vivibilità dell’arteria. L’istituzione del senso unico creerebbe però dei problemi all’attività situata al termine dell’arteria che ha in via Ungaretti l’accesso utilizzato quotidianamente da diversi mezzi pesanti.

I residenti chiedono anche il riposizionamento dei dossi: “Non si riesce a comprendere il perché, tale dispositivo non sia stato riposizionato una volta accidentalmente rimosso durante lo sgombero neve alcuni anni orsono”. Chiara l’accusa rivolta all’Amministrazione: “Via Ungaretti sembra essere destinata a divenire sempre più di utilità unicamente alle attività ad essa collegate senza alcuna preoccupazione per chi sull’arteria ci vive”. Per altro il recente arrivo di nuovi esercizi ha peggiorato la situazione ma anche su questo fronte, secondo i residenti, una soluzione sarebbe proprio l’eliminazione del doppio senso: “E’ innegabile che le attività insidiatesi nell’ultimo periodo nella via abbiano portato un ulteriore disagio che è comunque frutto della situazione esistente. Con il senso unico, il traffico si ridurrebbe “matematicamente” del 50% e ci sarebbe lo spazio necessario per i posteggi dei residenti e dei frequentatori delle attività commerciali oltre ad un marciapiede degno di questo nome”

Insomma un problema che i residenti vorrebbe venisse affrontato al più presto: “Anche se poco esaustive le ultime risposte le abbiamo avute dalla precedente Giunta mentre da quella ultima eletta il silenzio regna sovrano. Ora facciamo sentire le nostre ragioni nella speranza che anche chi di dovere faccia qualcosa”.

06022017

16 Commenti

  1. a proposito di sicurezza, da 3 anni ci sarebbe da RIPRISTINARE l’illuminazione di via monte pasubio, zona prealpi-scuole

  2. Il senso unico andrebbe ad imbottigliare le macchine in uscita davanti all’aquilone e Regina Pacis. Concordo con il riposizionare un dosso per contenere la velocità ma serve uno studio approfondito per capire a cosa si va incontro una volta finito il centro commerciale….il parcheggio del centro commerciale sarà collegato a via Ungaretti? Se si…poveri noi!!!

      • Un capannone molto grande che a breve sarà ultimato e che ospiterà delle non meglio specificate attività commerciali con parcheggio sotterraneo e a livello stradale. L’edificio che si affaccia su via Ungaretti ospita una palestra con affluenza notevole, una scuola di ballo,uffici di vario genere. LA STRADINA CHE ORA SERVE PER COLLEGARE gli edifici per trasportare materiali edili sarà chiusa o no? Perché se malauguratamente dovessero lasciarla aperta si riverserebbe parte del traffico in via Ungaretti, aumentando e non snellendo il caos.

      • A metà della via c’è l’edificio che ospita la palestra e da alcuni mesi una DISCOTECA / scuola di ballo (che hanno portato un notevole aumento di traffico nella via e soprattutto rumore nelle ore notturne !)
        Tra questo edificio e viale Lombardia stanno costruendo dei capannoni che avranno uso commerciale (non si sa ancora quale).
        Da capire inoltre se via Ungaretti verrà messa in comunicazione con viale Lombardia con la strada che attualmente costeggia tali edifici. Capisci che se dovesse accadere questo comporterà un ulteriore aumento di traffico !

  3. La precedente Giunta ha istituito un divieto di sosta e fermata (vedere il cartello nella foto) che è ridicolo in una via residenziale: tecnicamente sarei sanzionabile fermandomi ad aspettare che si apra il cancello (… un divieto simile non c’è neanche su via Piave, ben più trafficata).
    In ogni caso il problema di via Ungaretti è sorto negli ultimi anni: sono state aperte la Exit, la palestra e da ultima addirittura una discoteca !!!
    Per una strada concepita oltre 30 anni fa come strada residenziale è veramente troppo e il senso unico non risolverebbe niente. La strada non regge così tante attività commerciali, punto !

  4. non ha tempo per via ungaretti, il sindaco è occupato a distruggere la ZTL

  5. Io invece vorrei che la mia strada diventasse una zona pedonale, con tanto di sbarra all’ingresso della via per fermare le persone che mi stanno antipatiche. Poi vorrei anche che venisse abbattuto l’edificio che sta davanti alla mia finestra, così che possa avere una visuale più ampia quando mi affaccio. L’ho scritto all’amministrazione comunale, ma nessuno mi ha mai risposto. FAGIOLI VERGOGNA!

  6. Ma se c’è un divieto… serve solo farlo rispettare!!! Vigili nelle ore di punta TUTTI I GIORNI e multe A GO-GO ai trasgressori. Anzi aggiungerei al divieto la rimozione forzata…..
    …. boh….girano strane voci

  7. Pazienza, ci vuole tanta pazienza. Aspettare che l’architetto abbia la testa nel problema, intanto le carte, le firme, le petizioni invecchiano e vanno a finire pian piano nel cestino. Ve lo assicurano i residenti di via Dalmazia che da anni aspettano di vedere soddisfatte le loro richieste di poter posteggiare vicino a casa dove abitualmmente lo fanno i dipendenti della Posta o chi va a prendere il treno. Pazienza, pazienza, ……

  8. Per informazione di seguito la risposta ufficiale del Comune ad una richiesta di istituire il senso unico:
    “….nel merito segnaliamo che questa Amministrazione Comunale ha già effettuato tentativi per la trasformazione di tale arteria da doppio senso a senso unico di circolazione. Purtroppo la presenza di una ditta di lavorazioni metalliche ( anch’essa situata in Via Ungaretti ) che necessita di approvvigionamento con mezzi superiori a 80 t. impedisce al momento di attuare tale nuova regolamentazione….” Segue dettagliata spiegazione sulla necessità del doppio senso di circolazione. Su tale lettera l’Amministrazione scrive anche che “….a breve saranno avviati i lavori di costruzione di una via, separata e parallela a viale Lombardia, di accesso al parcheggio a servizio del nuovo piano attuativo situato tra la via Ungaretti e la SP 527-Lombardia. Tale nuova offerta di accesso e sosta comporterà di sicuro una riduzione del transito veicolare su via Ungaretti….”
    Quindi niente senso unico…..ma a breve una nuova via.

  9. Una delle poche vie che diventa più viva a Saronno e la si vuole uccidere. Piuttosto si chieda che nelle attività si assumano prioritariamente i residenti della via.
    “Prima gli Ungaretti” poi gli extraVia.
    (Dovrebbe essere in linea con “Prima i Saronnesi”)

    • Intuisco che lei sia uno dei nuovi proprietari che si sta impegnando a “ravvivare” la via Ungaretti………………….

  10. Conosco la situazione della via e sono solidale con le persone che abitano nella via.

    Il problema sono i Camion della ditta? se non mi sbaglio l’Azienda interessata ha un ingresso anche dal viale Saronno- Monza

    sicuramente una via così è appetibile ai vigili ed al comune per fare cassa.

    Mi auguro che non ci debba scappare il morto per arrivare ad una concreta soluzione.

    Ribadisco altresì che tutta la viabilità di Saronno non è programmata per un paese che purtroppo non esiste più.

    Ora esiste una Città Saronno dove in tutti questi anni si è pensato solo a costruire e non si è mai pensato ad effettuare strade di scorrimento.

    Signor Sindaco come mai la bretella che dovrebbe collegare Saronno con Rovellasca è ancora chiusa?

    Se come dirà non è una strada comunale mi chiede se non abbia strumenti per incentivare il compimento dell’opera.

    Finalmente anche Saronno avrebbe la sua PRIMA tangenziale.

    • il problema è che sono state aperte un troppe attività commerciali che generano troppo traffico su una via residenziale non concepita per reggerlo !

Comments are closed.