SARONNO – Gaffe dei graffittari, che in passato già tante volte avevano preso di mira la sede cittadina della Lega Nord, imbrattandola di scritte, rubando ed incendiando la bandiera del Carroccio appesa al primo piano. Ma questa volta hanno sbagliato obiettivo, tornando sui loro passi e raggiungendo la vecchia casa di ringhiera di vicolo Castellaccio, in pieno centro, per ripetere un copione già visto molte volte, ovvero provare a ricoprirlo di scritte insultanti contro i leghisti. Che sono tutt’ora ben visibili.

Missione dunque compiuta per i responsabili del blitz notturno, che per modalità è stato del tutto simile a quelli a matrice “anarchica” del passato? Non esattamente, considerando che sono “andati a bussare” alla casa sbagliata: gli uffici della Lega ormai da un anno non si trovano più lì, si sono trasferito in un’altra pur limitrofa zona del centro pedonale, ovvero in piazza Volontari del sangue.

(foto: le immagini comparse in vicolo Castellazzo)

16022017

10 Commenti

  1. Chi l’ha detto che deve per forza esser considerata un’offesa ???

    Personalmente non ci trovo nulla di grave, anzi ben venga un po’ di PUGNO DURO in sta cavolo di città ROSSA come un POMODORO !!!

    Unico NEO è aver imbrattato il MURO !!!

Comments are closed.