SARONNO – La scorpacciata di cioccolato del fine settimana non ha soddisfatto le voglie dei saronnesi tanto che, vista la partecipazione, l’assessore al Commercio Francesco Banfi annuncia già l’intezione di organizzare la tre giorni dedicata al cibo degli dei anche l’anno prossimo.

“Con la seconda edizione – commenta l’esponente della Giunta – di quest’evento capace di addolcire gli ultimi colpi di coda dell’inverno, abbiamo fatto il pieno di presenze”. Chiave della grande partecipazione anche il meteo, decisamente diverso dal diluvio che aveva caratterizzato l’edizione 2016: “Siamo stati così fortunati da avere un week end con sole e temperature miti: quel che serve per rendere gradevole passeggiare per la città senza far sciogliere il cioccolato ma potendo gustare ancora con piacere una calda cioccolata”.

Tra i momenti più intensi Banfi cita la presenza dei piccoli della scuola elementare dell’istituto comprensivo Aldo Moro venerdì mattina: “E’ sempre bello guardare i bambini incuriositi ed entusiasti che ascoltano informazioni e curiosità sul cioccolato e sulla sua lavorazione, prima di concedersi un meritato assaggio. Interessante la visita al museo di ceramiche Gianetti, dove la conservatrice, Mara De Fanti, ha presentato una ricetta di cioccolata del 1700. Chissà che l’anno prossimo non si possa lanciare la degustazione di varie ricette storiche. Grandi protagonisti, con uno stand preso d’assalto, i ragazzi dello Ial”.

Prima di archiviare la seconda edizione di chocomoments non manca un pensiero alla tavoletta da dieci metri: “Credo che il momento più divertente – ricorda l’assessore – sia stato attendere che si freddasse, anche perchè appena hanno iniziato a tagliarla è sparita in pochi attimi. Io non sono riuscito a provarla, ma mi hanno detto che era ottima”. Insomma un evento promosso a pieni voti tanto che si pensa già all’edizione 2018: “Sicuramente è un’iniziativa da ripetere l’anno prossimo, auspicando che anche gli esercenti saronnesi vi partecipino in numero crescente”.

7 Commenti

  1. Già il cioccolato stucca …. Se poi leggi le dichiarazioni di Padre Banfi …. Rischi il mal di stomaco…per 4 bancarelle di cioccolatai….

  2. Quattro bancarelle e igiene zero.
    Tutto esposto senza protezione. Che schifo.
    Le regole valgono solo x i negozi??

    • Ma se esistono e hanno così successo chissà per quale motivo prima di Banfi a Saronno non si facevano… stai a vedere che si nasconde un buon operato anche nel creare le condizioni perché qualcosa si verifichi!

      • Questa manifestazione commerciale si fa sa un sacco di anni senza farla tanto lunga.

Comments are closed.