UBOLDO – Gli avevano sparato ma lui non molla: ha riaperto il proprio banco di vendita il fiorista, originario del Bangladesh, che era stato preso a pistoletta, restando lievemente ferito. L’episodio, che in zona aveva suscitato grande scalpore, era accaduto lo scorso 31 dicembre.

Il ragazzo, che ha 29 anni, era stato gambizzato: uno sconosciuto gli aveva sparato da distanza ravvicinata, era stato raggiunto da due proiettili, comunque di striscio, accanto al suo stand posizionato nell’area parcheggio del cimitero, di fronte al centro sportivo, in piazza Alpini. In precedenza sempre ad Uboldo era stato ferito a bastonate. Ma non intende demordere, abita a Milano con regolare permesso di soggiorno ed ha una regolare licenza, ed ha dunque ora “riaperto” la sua piccola attività. Le indagini sui fatti avvenuti a San Silvestro intanto proseguono con il massimo riserbo.

(foto archivio: l’area cimiteriale di Uboldo)

25022017

1 commento

Comments are closed.