SARONNO – Mattinata decisiva per la palazzina di via San Giuseppe dove sabato pomeriggio si è verificato un maxi incendio che ha divorato gran parte del tetto.

Oggi, dopo un sopralluogo, la polizia locale e l’ufficio tecnico del Comune dichiareranno l’inagibilità dei quattro appartamenti dello stabile e probabilmente anche di gran parte delle attività commerciali.

Tutto è iniziato sabato intorno alle 15,30 quando del fumo ha iniziato ad uscire dal tetto. Sul posto è arrivata in pochi minuti una squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di Saronno presto raggiunti da altri 5 mezzi, dall’autoscala al carro aria. I pompieri hanno lavorato fino alle 19 per domare le fiamme, probabilmente partite da un cortocircuito nel sottotetto, che hanno lasciato solo uno scheletro annerito del tetto. Consistenti i danni nei 4 appartamenti della palazzina ma anche nei negozi sottostanti.

Lunedì mattina i responsabili delle attività commerciali sono entrati nei propri punti vendita. Visibili le infiltrazioni di acqua dal soffitto mentre un odore di bruciato invadeva ancora tutti i locali. “Sicuramente ci vorranno diversi giorni prima di poter riaprire” l’amaro commento del titolare di una delle attività. Del resto i posti auto e il marciapiede davanti alle attività è ancora offlimits per paura che da tetto possano cadere tegole o materiali bruciacchiati.

Lunedì mattina sono iniziati anche i lavori per coprire la voragine aperta dalle fiamme, prima che il maltempo previsto per le prossime ore possa peggiorare la situazione. Del resto ancora domenica mattina il tetto aveva ripreso a bruciare costringendo i vigili del fuoco saronnesi ad un nuovo intervento di spegnimento. Tre le famiglie che vivevano nella palazzina che hanno dovuto trovare un alloggio alternativo.

27022017