SARONNO – Sono state avvistate in diversi punti della città: in piazza Caduti saronnesi, in piazza Vittorio Veneto in piazza Avitori e tutte portano il forte messaggio di un anonimo autore.

Il riferimento va alle bamboline di stoffa “legate” nella giornata di ieri a diversi paletti spartitraffico e parapedoni della città. L’autore del “blitz” non ha firmato l’opera ma appare chiaro che l’obiettivo fosse lanciare un messaggio. Ogni bambolina, alcune realizzate con stoffa bianca altre con stoffa rosa, ha la scritta “aiuto” su una gamba o un braccio. Visto la vicinanza con l’8 marzo sono in molti i saronnesi che hanno pensato ad un messaggio di sensibilizzazione sul tema della violenza contro le donne e il femminicidio.

Del resto a Saronno c’è una forte tradizionein questo senso, basti pensare all’opera del gruppo Dress it con opere “on the road”, realizzate anche con materiali di recupero, per far discutere su un particolare tema o per valorizzare una location. In passaro non sono mancate anche le iniziative di sensibilizzazione “per la strada” come i cartelli posizionati qualche anno fa in piazza San Francesco contro il razzismo.

(foto di Gian Paolo Terrone)

07032017

5 Commenti

  1. A me, comunque, appare chiaro che l’obiettivo fosse lanciare un messaggio che intende lanciare.

Comments are closed.