SARONNO – Finita la festa gli anarchici hanno lasciato la palazzina di piazza Indipendenza alla spicciolata, la porta è rimasta spalancata e i saronnesi ne hanno approfittato per sbirciare nello spazio lasciato vuoto dagli anarchivi dopo l’occupazione creata ad hoc per festeggiare il “compleanno” della storica sede di via Milano.

Domenica mattina e pomeriggio all’interno della palazzina dell’ex centro per l’impiego, tra via Pasta e piazza Indipendenza, c’è stato un vero viavai di curiosi. Ragazzini delle medie, qualche pensionato e persino un papà con una bimba in braccio: sono stati molti i saronnesi che sono entrati a vedere nella palazzina occupata per la seconda volta venerdì. Lo spettacolo all’interno non era certo edificante: sacchi pieni di rifiuti, bottiglie di birra ed altri alcolici ovunque e qualche graffito.

“Quello che mi ha colpito è il forte odore di birra che impregnava ancora l’aria malgrado la festa fosse finita da diverse ore – spiega un saronnese – devo ammettere che ero effettivamente curioso. Sinceramente non mi aspettavo di vedere niente di diverso ma si sente parlare tanto dei Telos e quando ho visto la porta aperta non ho resistito”.

Prima dei saronnesi nello stabile si è celebrata la taz programmata: sabato pomeriggio graffiti all’esterno della palazzina e sabato sera concerto con diversi gruppi. La mattinata si era aperta al parco del Seminario dove una ventina di attivisti si è divertita a prendere il sole e con una partita a rugby.

Lo stabile è di proprietà comunale ed è probabile quindi che nelle prossime ore l’Amministrazione comunale provveda a sigillare la palazzina dopo un necessario intervento di pulizia.

13032017

28 Commenti

  1. Ma la polizia locale non può sanzionare questa gente ?
    Non penso che chiunque possa entrare e distruggere un edificio pubblico.
    La lotta alla mafia insegna. Colpiteli nel portafoglio

  2. Fate pulire a questi bei figli di papà. Tra qualche anno passeranno dall’altra parte della barricata e sicuramente saranno i primi a disprezzare e andare a curiosare chi lascia proprietà altrui in maniera indecente

    • È poco ma sicuro. Fra qualche anno i vari Bertuolo & co. si ricicleranno come anime belle della sinistra istituzionale e si scaglieranno contro chi okkupa

      • Eh non esageriamo.
        Faranno quello che stanno facendo oggi i 100 ideologi, o sostenitori che dir si voglia, delle occupazioni.
        I nomi sono noti: sono gli stessi che sostengono l’arrivo dei richiedenti asilo, che sostengono la lotta di classe, che sostengono qualunque cosa sia contro lo stato di diritto e la democrazia.

      • Si, ma non mi devi fregare lo pseudonimo per raccontarci le tue favole, che magari possono anche essere verosimili.
        Sii sportivo, ad ognuno il suo nickname, ce ne sono tanti
        Doma Vunch,sempre più vunch…

  3. Questo è un altro esempio di troppa tolleranza delle istituzioni verso gli anarchici , centri sociali etcc sia a Saaronno , ma anche recentemente a Napoli , Milano ed in altri posti , naturalmente questi gruppi ne aprofittano per divertirsi a fare danni ai comuni cittadini

  4. pensa che bello andare a casa loro mentre sono con mammina e papino e fagli un bel murales in soggiorno
    chissa’ come la prenderebbero.

  5. birra, alcool e canne tutte “vegane” ovviamente!
    Non credete ad una parola di quello che farneticano sti reietti… il loro scopo non è ne la rivoluzione ne il pensiero anarchico, ma semplicemente un modo “alternativo” di sballarsi, alla faccia di papà che paga e dello zio che interviene se mi beccano.

  6. …guardate a Napoli, come già successo troppe volte in altrettante città, e poi ditemi chi sono oggi i veri FASCISTI ?!?

  7. la grafia delle scritte è sempre la stessa, del solito “fenomeno”, da anni… possibile non si riesca a identificarlo?
    o lo si conosce benissimo ma è intoccabile, protetto da quelli contro lui gioca a fare l’anarchico?!?

  8. certo che i disegni sono le tipiche “opere d’arte” di gente che ha le cellule del cervello bruciate dai troppi sballi… tranquilli che a trent’anni la loro rivoluzione finisce… o in comunità di recupero o in giacca e cravatta, nell’ufficio di papi, senza aver studiato un c.xxo.

  9. Anche le istituzioni fanno grossi danni,a volte ci dimentichiamo le continue devastazioni che fanno in nome della legge .Gli anarchici non si siedono per dividersi la torta che tutti avidamente consumano,come cantava De Andrè “signora libertà signorina anarchia ” nel suo Se ti tagliassero a pezzetti.

  10. La vergogna più nera della perenne mancanza di osservazione delle regole.! Povero mondo.

  11. bella schifezza, se fossi saronnese mi vergognerei di avere dei concittadini che conciano un edificio pubblico in quella maniera

  12. Tutti che sono infastiditi dai disegni e dalle birre lasciate nello stabile… Nessuno si preoccupa che è una palazzina comunale totalmente abbandonata da anni e nessun ente cerca di riqualificarla! Continuate a ragionare da bigotti ignoranti!

  13. Salve, abito in prossimità dell’edificio in cui si è tenuta la festa dei telos e non sono certo anarchico, anzi.
    Devo dire però che, per quanto possano aver lasciato all’interno dello stabile tutta quell’immondizia e i graffiti che non mi piacciono, sono stati molto attenti a non lasciare immondizia per strada, ne pisciate sui muri delle case intorno a loro.
    Al mattino alle sei mia moglie li ha visti pulire la piazzetta scope alla mano, il che vuol dire che nonostante l’alcol e le droghe che avranno probabilmente consumato, avevano ancora la lucidità per fare uno sforzo che ho personalmente apprezzato.
    Dico questo non per giustificare la loro azione, ma perchè mi sembra un po’ troppo semplice narrare sempre e solo gli aspetti che interessa narrare.

  14. pensate.. se solo vi fosse una Legge che prevede per ognuno dei partecipanti un mese di servizi sociale da passare a pulire muri… strade… Come sarebbe pulita la Nostra Città

Comments are closed.