TRADATE – E’ un episodio con ancora molti aspetti da chiarire e sul quale sono in corso gli approfondimenti dei carabinieri della compagnia di Saronno e procura quello del ventunenne di origine nordafricana, che ha denunciato di essere stato vittima di violenza sessuale.

Secondo il resoconto del ragazzo, che è un profugo ospite di una struttura in paese, qualche giorno fa mentre dopo una passeggiata stava rientrando al proprio dormitorio sarebbe stato avvicinato dall’anziano che dimostrandosi amichevole e gentile gli avrebbe offerto un passaggio in auto. Ma anzichè portarlo al suo indirizzo, come concordato, il veicolo si sarebbe diretto nella zona boschiva dove si sarebbe consumata la violenza. Spaesato e spaventato, e sottoposto ad una serie di minacce verbali, il giovane non avrebbe osato opporsi. Tornato nella struttura ha parlato dell’accaduto con alcuni connazionali e si è deciso a recarsi al comando dei carabinieri per riferire dall’accaduto e presentare una formale denuncia.

Portate avanti dalla compagnia dei carabinieri di Saronno guidata dal capitano Pietro Laghezza le indagini, i fatti sarebbero avvenuti la settimana scorsa, hanno consentito di identificare il presunto responsabile della violenza. Sarebbe un 65enne. L’extracomunitario non conosceva nome e cognome ma aveva fornito una descrizione piuttosto accurata.

Come detto l’ipotesi di reato è particolarmente grave, ovvero quella della violenza sessuale, ma le indagini sono ancora in fase di svolgimento e si stanno sviluppando con il massimo riserbo per mettere a fuoco tutti i dettagli di questa vicenda, che presenterebbe ancora dei punti oscuri.

22032017

5 Commenti

  1. Prime reazioni: Il mondo alla rovescia, Non ci credo, Ma per favore, Ma figurati.
    Lasciamo che le indagini vadano avanti. E se poi risultasse vero? Il mondo alla rovescia. Appunto: dovremo cominciare a rovesciare il nostro modo di pensare.

Comments are closed.