SARONNO – Vertice in Municipio fra il sindaco leghista Alessandro Fagioli e Paolo Bocedi, saronnese presidente dell’associazione nazionale anti-racket ed anti-crimine, Sos Italia libera. Tema ovviamente la sicurezza, ed al riguardo Bocedi fa sapere che “il primo cittadino ha le idee molto chiare su quello che bisogna fare per la sicurezza dei saronnesii e, sopratutto sul problema causati in città da extracomunitari. Ci saranno sicuramente positivi sviluppi, anche legati alle nostre richieste di incrementare la sicurezza”.

Quello auspicato anche nel recente passato da Bocedi è un giro di vite nei confronti della criminalità, con intervento soprattutto, ma non solo, nella zona della stazione ferroviaria di “Saronno centro”, in piazza Cadorna e nelle vicinanze, dove spesso anche durante il giorno si appostano gli spacciatori di sostanze stupefacenti, in attesa della clientela; e dove si ripetono episodi di delinquenza, come furti e rapine nei riguardi dei passanti in quella che è ritenuta la zona più pericolosa della città.

23032017

5 Commenti

  1. Il sindaco risolve tutto con la VeNdetta Lombarda…..imbarazzante. paghiamo due vigilantes che se la raccontano guardano le vetrine..passeggiano beati e contenti…e lo spaccio continua…il degrado di sporcizia e bottiglie di birra aumenta…Fagioli cambia meste’

  2. no comment….. se ha le idee chiare e va cosi siamo rovinati, ormai il destino di Saronno grazie queste menti eccelse è segnato…

Comments are closed.