CISLAGO – “Visto che non sono arrivate le scuse del sindaco Cartabia, ci penseranno le autorità competenti”. Così la lista civica ViviCislago in una nota chiarisce la propria posizione su quanto accaduto nell’ultimo consiglio comunale a causa del commento del sindaco Gian Luigi Cartabia durante l’intervento dell’esponente Romina Codignoni.

“Riteniamo che la strada da intraprendere fosse solo una: doverose scuse pubbliche e ufficiali, nei confronti della nostra consigliera offesa, alla quale è stato chiaramente rivolto l’insulto. Non solo il sindaco sceglie di non porgere le proprie scuse, ma aggrava ancor di più la sua posizione, dichiarando che i tanti presenti tra il pubblico della seduta di consiglio e gli stessi consiglieri, avrebbero affermato inesattezze. Saranno, a questo punto, gli organi competenti,non appena disponibile la registrazione degli interventi, a chiarire questa vicenda, che ridicolizza e offende anche il nostro paese, meritevole di professionalità e serietà politica”.

A caldo il sindaco Gianluigi Cartabia aveva dichiarato: “La mia affermazione utilizzata in sede di consiglio non era rivolta a nessuno in particolare. Infatti non sono stati fatti nomi ne tanto meno riferimenti . Mi sono subito scusato con tutti poiché l’affermazione è stata fatta fuori luogo e in particolare con la consigliere  Codignioni perché l’ho interrotta durante il suo discorso, ma ribadisco , al contrario di quello che affermano alcuni presenti non c’è stata nessuna volontà di offendere qualcuno in particolare. Posso solo definirla una espressione poco consona la momento”.

27032017