SARONNO – Ha bevuto troppo e poi si è divertito a lanciare un paio di bottiglie vuote in corso Italia. Protagonista del movimento episodio, avvenuto venerdì pomeriggio in corso Italia, un 30enne residente in città. A calmarlo sono stati i carabinieri della compagnia cittadina chiamati da alcuni passanti spaventati. L’uomo non è nuovo a questo genere di episodi ed è stato riportato a più miti consigli proprio dai militari accorsi con una pattuglia con la polizia locale. Rischia una denuncia per ubriachezza molesta.

Del resto l’episodio ha creato non poca confusione ed agitazione nel cuore di Saronno. Erano da poco passate le 18 quando i presenti hanno sentito un rumore di vetri infranti. Qualcuno si è allontanato di corsa altri, cellulare alla mano, hanno richiesto l’intervento delle forze dell’ordine parlando di una lite tra ubriachi.
Arrivati sul posto i militari della stazione cittadina, con gli agenti della polizia locale, hanno trovato solo il trentenne con accanto i cocci di un paio di bottiglie in frantumi.

5 Commenti

  1. “a calmarlo sono stati i carabinieri” !!!!!!!!!!!!

    Dovevano dargli una manica di botte, non calmarlo. Tanto per la cronaca, oggi il personaggio passeggiava con un bella bottiglia di birra in mano e parlava da solo.

    Assurdo.

  2. Impedite ai negozianti di vendere birra e (finto) vino in tetrapak a questi NOTI e facilmente identificabili personaggi!

    Smontate quelle inutili (se non altro perché lercie) panchine della vergogna all’imbocco della piazza!

    E sprattutto … Toglieteli dalla strada!
    Obbligate queste persone a qualche attività di recupero.
    La “Chiesa” non riesce proprio a far nulla?
    Si occupa solo delle dirette su RAI UNO?

    • la chiesa si preoccupa solo dei migranti diversamente in regola. Per gli italiani non c’è posto.

  3. che cosa rischia? nulla! dovevano portarlo in caserma invece….niente. Lui urlava e i CC ascoltavano…..

Comments are closed.