CESATE – Gli ultrà hanno raccolto bandiere e striscioni e se ne sono andati ad una ventina di minuti dalla fine. Una protesta del tutto silenziosa, per una prova che sul piano dell’intensità non è evidentemente piaciuta ai supporter del Fbc Saronno, quelli del Fronte ribelle e degli altri gruppi che non si perdono mai una partita e che sinora, nelle ultime stagione, comunque andasse hanno sempre sostenuto sino all’ultimo minuti ed anche dopo i giocatori in casacca biancoceleste. Ma la batosta casalinga contro il Calvairate che ha inguaiato il Saronno spingendolo verso i playout ha evidentemente cambiato le cose. E ciò non è sfuggito all’allenatore Gianluca Antonelli, che solo tre settimane fa era pronto a dare le dimissioni – dopo la sconfitta contro l’Atletico San Giuliano – ma ha cambiato idea dopo un lungo colloquio post-gara con i tifosi. Il silenzio finale in cui si è trovato ammantato lo stadio di Cesate domenica pomeriggio è stato un duro colpo:”Abbiamo bisogno di loro, e spero che come sempre avvenuto in passato continuino a capire la situazione in cui tutti ci troviamo, con molto realismo. E spero di averli al fianco sino alla fine, ad iniziare da giovedì quando giocheremo una gara fondamentale contro il Brera”.

Sul Saronno di oggi:”I giocatori possono perdere, perchè gli altri sono più bravi di te. Con tutti i problemi di quest’anno noi siamo ancora qui a lottare ed a vendere cara la pelle, altre squadre come Vittuone non vanno neppure i giocatori. Non vogliamo fare i capi espriatori: ci alleniamo e facciamo il massimo possibile. I giocatori sono questi, altri non ce ne sono, cerchiamo con le nostre forze di arrivare in fondo e salvare il salvabile; e se non ce la faremo ad ottenere la salvezza diretta, ce la giocheremo nei playout!”

03042017

16 Commenti

  1. E nn tornassero più.
    N.4 gatti repressi indefiniti che nn vogliono crescere e disturbano x 90 minuti

    • Comincia tu a non disturbare coi tuoi indefiniti repressi ed anonimi commenti da pseudo perbenista radical cresciuto…si,ma in campagna!

  2. un bel “chissenefrega” …. e pensare che a questi quattro sfigati la Giunta gli sta mettendo a posto lo stadio ….. con i nostri soldi.

    • Forse lo stadio lo stanno mettendo a posto anche per lei per i suoi eventuali figli eventuali futuri nipoti ecc? Forse non riesce a capire che lo stadio non equivale a utilizzo Fronte Ribelle ma a tutta la città (atletica scuole eventi sportivi differenti dal calcio) ?

  3. Hanno ragione, bravi ragazzi del Fronte, ci vuole piú impegno da parte della squadra.
    Se alla fine l’avversario é piú forte é giusto che vinca, ma la squadra deve dare il 100%, ieri non si sono impegnati più di tanto.

  4. Mi sfugge in cosa vi dia fastidio il fatto che ci siano persone appassionate al Saronno e a fare delle ironie (peraltro nascondendosi dietro l’anonimato)
    Vi faccio presente che praticamente in ogni città delle dimensioni di Saronno esiste uno stadio quindi anche qui mi sfugge il vostro problema.

    • qui non esiste la squadra, il Saronno FBC mi pare abbia comprato l’accesso al girone in cui gioca.

      Lo stadio se lo paghi la società, non è un problema della comunità che esista il Saronno o meno.

      Io non intendo pagare proprio nulla per forse trenta appassionati del Saronno

      • che ragionemento del c…. o, io non uso le ferrovie nord, quindi per me la stazione è inutie ….a Milano vado col Lamborghini

      • Se lei non utilizzerà mai lo stadio e nemmeno i suoi figli amici parenti conoscenti sono problemi suoi. Se io non utilizzo la scuola dei suoi figi non è che dico se la imbianchi lei.Senza contare il fatto che lo stadio non è utilizzato dal solo Fbc ma da atletica scuole e numerosi cittadini in occasione di manifestazioni tipo la 24 per un ora.

        • il pubblico di una 24 ore e i partecipanti in un week-end sono di gran lunga superiori al pubblico di un intero campionato di calcio del fu-Saronno FBC. Fatevene una ragione, non esistete proprio, io mi sono chiesto dove fosse Calvairate, figuratevi cosa state giocando, poco più di un campionato dell’oratorio.

          • Non si preoccupi. Noi Ci si diverte in abbondanza in queste categorie. Nessuno vuole tornare altrove. Lei continui pure a guardare Juve-Barca sul divano tifando per giocatori stra pagati. A ognuno il suo modo di divertirsi. Poi in fatto di numeri ne riparleremo il giorno in cui l’FBC tornerà a giocare a Saronno se esisterà ancora.

  5. Quando verrà reso pubblico il bilancio di gestione con le evidenze economiche e tecniche della società FBC SARONNO forse gli appassionati di calcio di questa città potranno rendersi conto della vera sostenibilità di uno sport popolare la cui passione giustifica anche le illusioni.

    • si….e credono di essere 12000.Che farebbero meglio a iscriversi a uno dei tanti campionati anche amatoriali, che hanno più spettatori di 12

Comments are closed.