SARONNO – Punizione “crudele” per il tifosi del Pavia calcio, “protagonisti” di intemperanze a Cesate in occasione della gara con il Fbc Saronno, dieci giorni fa: domenica scorsa la prefettura ha vietato loro di assistere alla partita clou del campionato e probabilmente della stagione, quella fra la loro squadra del cuore e l’Arconatese. Sotto il profilo sportivo, poco male: i pavesi hanno vinto e raggiunto in vetta gli avversari. Con tante polemiche a Pavia, per la scelta di non consentire loro di seguire i propri beniamini.

Scelta presa dalla prefettura per “motivi di sicurezza”, dopo la segnalaizone giunta dell’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive che nei giorni scorsi aveva inserito Arconatese-Pavia tra le gare domenicali “connotate da alti profili di rischio” rimandando ogni scelta “alle valutazioni del Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive, ai fini dell’individuazione di misure di rigore”. Problema soprattutto di carattere strutturale perchè il piccolissimo impianto di Arconatese non avrebbe forse neppure potuto contenere tutti i sostenitori pavesi in arrivo.

 

04032017