GERENZANO – La giustizia sportiva ha deciso, e si è trattato di decisione salomonica: 90 euro di multa ognuno, per i due club, per le intemperanze dei propri tifosi. Il tutto in relazione alla sfida salvezza di domenica scorsa a Mozzate, dove la Mozzatese ha battuto un’altra pericolante della Prima categoria, la Gerenzanese. 2-1 il finale ma prima gara sospesa una ventina di minuti per una vivace lite avvenuta sugli spalti, dove qualcuno è anche passato alle vie di fatto e dove per riportare la calma sono stati costretti ad accorrere anche i carabinieri.

Il giudice sportivo Rinaldo Meles, assistito dal rappresentante dell’Associazione arbitri, Edoardo Piazza, con la collaborazione di Enzo Di Martino e Giordano Merati, visionato il rapporto arbitrale hanno dunque stabilito di “punire” entrambi i club, con la stessa motivazione e cioè per “tafferuglio fra propri sostenitori e sostenitori avversari”. Tre turni di squalifica per un giocatore, riserva della Mozzatese che “durante il gioco alzatosi dalla panchina e scavalcato la recinzione raggiungeva uno spettatore minacciosamente, veniva trattenuto a forza e reiterava per diversi minuti il comportamento minaccioso”.

(foto archivio: precedenti match della Gerenzanese)

08042017