CARONNO PERTUSELLA – Batosta per la Caronnese, che si vede ridimensionata nei suoi sogni di gloria della sconfitta interna del giovedì pomeriggio contro l’ex fanalino di coda Legnano, che invece ultimamente non sbaglia un colpo. Gara decisa già nel primo tempo: la Caronnese dopo dieci minuti fallisce un calcio di rigore. Atterrato in area Giudici, calcia il penalty Corno ma il tiro non è potente e Houemhou controlla con facilità. Match in salita per Caronno, ancora di più dal 27′ quando l’arbitro assegna un rigore al Legnano, e Rovrena non sbaglia. Ed al 40′ giunge anche il raddoppio dei lilla, con il brasiliano Ianni che insacca riprendendo una respinta del portiere di casa. Mentre quasi allo scadere, è appena scoccato il 45′, Galli accorcia le distanze con una incornata, riaccendendo le speranze dei locali.

Nella ripresa qualche buona occasione per i locali ma il risultato non cambia, sugli scudi l’estremo difensore legnanese, che le prende tutte e finisce 1-2. Legnano torna a vedere la possibilità dei playout, mentre per la Caronnese una occasione persa per scalare la vetta della classifica.

13042017

5 Commenti

  1. Squadra stanca non reattiva , brutta da vedere lentissima e molto scontata. L’Allenatore e’ imbarazzante. Sono ormai molte le partite dove la Caronnese non c’è. Credo che molte cose siano da rivedere , speriamo che la dirigenza dia un occhiata alla situazione, ammesso che voglia di farlo .( Forse va bene così. ) un tifoso che segue le partite in casa.

  2. Solito schema, quando c’e’ il rischio di fare il salto di categoria arriva l’ordine di fermarsi.

  3. La squadra è stata rimaneggiata con tanti ragazzi nuovi e giovani: manca l affiatamento dell’era zaffaroni e l esperienza dei “vecchi”. In più i giocatori rimasti hanno perso la verve della vittoria per la mancata scalata alla categoria superiore dell’anno scorso.
    Tifoso sempre comunque!!!

Comments are closed.