SARONNO – Ruspe ed operai si sono messi all’opera nell’area ex Isi che si affaccia su via Varese. Sono in molti i saronnesi che si sono accorti della riapertura del cantiere, fermo da 7 anni, dopo il fallimento dell’immobiliare.

“Sì è ufficiale – ha dichiarato il primo cittadino Alessandro Fagioli facendo il punto della situazione dei progetti dell’Amministrazione per il quartiere Retrostazione – il fallimento è stato rilevato da un privato che si è già messo all’opera”.

Due al momento gli interventi in corso: la chiusura dell’area come ordinato dall’Amministrazione comunale con la speranza di rendere la zona offlimits ai senza fissa dimora e l’eliminazione di piante e rampicanti cresciuti ovunque in questi anni d’abbandono.

“Non abbiamo ancora incontrato la nuova proprietà – continua il primo cittadino – ma cercheremo presto un contatto per valutare come modificare sviluppo di quell’area”. Facile pensare che la nuova proprietà parta con l’eliminazione dei due monconi di torri e della base di cemento che, sottoposti ad intemperie per quasi 7 anni, costerebbe di più riqualificare che demolire e riprogettare.

(foto archivio: una veduta dall’alto del comparto)

24042017

5 Commenti

  1. Invece di comprare terreni per le feste non si poteva acquistare a quattro soldi dal tribunale fallimentare e fare un bella area verde?

  2. che sia la volta buona, per sistemare una buona parte di aree dismesse della zona??????

  3. Beppe, ignorante, sono i proprietari a decidere di quell’area: come, cosa, e soprattutto quando. Hai parlato proprio a vanvera, tanto a cambiare

Comments are closed.