SARONNO – “Non vendiamo il Fbc Saronno”: lo ha dichiarato il presidente Antonio Pilato al termine del “direttivo” societario dell’altra sera, occasione per fare il punto della situazione e guardare al futuro, anche in vista della decisiva partita di domenica prossima a Trezzano sul Naviglio quando i biancocelesti saranno ospiti della formazione locale con l’obiettivo di incassare almeno un punto che darebbe la quasi matematica certezza di salvarsi senza passare dai playout del campionato d’Eccellenza.

“Io ed i miei collaboratori siamo intenzionati ad andare avanti, e ci stiamo organizzando per una stagione meno sofferta di questa – ha assicurato Pilato – I motivi di tanti problemi sono stati legati ai miei problemi di salute, che mi hanno tenuto lontano per un po’. Adesso però ci sono, e pensiamo di avere posto le premesse ad un futuro più tranquillo economicamente, grazie agli sponsor”. E tenendo la porta aperta ad eventuali collaborazioni: ultimamente si è fatto avanti Paolo Pugliese, già alla guida di Vigevano e Pro Vigevano; e pure altri imprenditori.

28042017

11 Commenti

  1. Ottimo, molto bene. Dai che con lo stadio nuovo che ci ha promesso il sindaco facciamo il salto di categoria.

    • Gli stadi che fanno fare il salto di qualità sono quelli di proprietà delle squadre, non quelle di proprietà di immobiliaristi che poi lo danno in affitto.

  2. Antonelli e chi fino ad oggi a tirato la carretta senza mai dire nulla!
    Pochi ma buoni e poi si fa mercato!
    Onore a chi questa maglia L ha onorata sempre nel bene e nel male!

  3. Se deve fare come a Vigevano meglio che resti dove è. Di personaggi a Saronno ne abbiamo avuti fin troppi. Meglio restare a bassi livelli che finire in mano a chi si ricicla nel calcio.

  4. Antonelli,panzeri,scavo,pacifico…
    Gente che va tenuta.
    Uomini prima che giocatori che hanno sempre sudato la maglia..
    Forza FBC

  5. Pilato…senza soldi dove vai? Unisciti con la Robur…non sei retrocesso solo grazie al sostegno del comune

Comments are closed.