SARONNO – “Al vittimismo leghista sembra non esserci mai fine. Gli ammaestrati sinistrorsi sanno solo attacccare i grandi e brillanti amministratori padani che operano nell’interesse dei cittadini”.

Inizia così, Francesco Licata capogrutto e segretario cittadino del Pd, il proprio commento, postato sulla sua pagina Facebook istituzionale, sulla vicenda del buco nel bilancio provinciale.

“Una invenzione dei cattivoni anche il buco lasciato dalle camicie verdi in provincia. Peccato che la Corte dei conti e il ministero dell’interno abbiano approvato il piano di riequilibrio della provincia (quindi hanno confermato che mancavano 50 milioni), ci sia un processo penale che inizia il 4 maggio, ci sia un’indagine della procura della corte dei conti – sezione Lombardia per i danni patrimoniali tutt’ora in essere. Poverini, ce l’hanno tutti con loro.

Recentemente sul tema si era espresso, con posizione ovviamente diametralmente opposta in cui parla proprio di false accuse, anche Carlo Pescatori, consigliere comunale e provinciale della Lega Nord.

(foto di archivio)

29042017

6 Commenti

  1. La dialettica politica che si estrinseca tra le opposte fazioni è interessante anche quando viene arricchita da una sana ironia che tende a sfrondare le tensioni che aleggiano. Forse questo è il metodo più semplice per far comprendere a chi pensa di sovvertire un status quo di una procedura giuridico amministrativa in essere, evidenziando poca conoscenza su come vanno verificati i documenti probanti inerenti la vicenda. La massima autorità amministrativa statale riconosciuta dovrà sentenziare e quindi è serio ed onesto che i cittadini della provincia di Varese siano costantemente informati delle allegoriche estemporaneità gestionali dei fù amministratori “padani” della provincia.

Comments are closed.