SARONNO – I carabinieri della compagnia di Saronno guidati dal capitano Pietro Laghezza sono all’opera, senza soluzione di continuità, per fermare il rapinatore che nelle ultime settimane ha preso di mira due attività commerciali in centro.

Dalla descrizione effettuata dalle vittime del rapinatori, l’arma usata e le modalità con cui il colpo è stato messo a segno è facile capire che entrambi i colpi sono stati messi a segno dallo stesso malviventi. Ma non solo. I carabinieri sono pronti ad imputare all’uomo anche lo scippo avvenuto qualche giorno fa in via Legnani. Ad essere presa di mira un’ottantenne. Lo scippatore si è avvicinato silenziosamente e con uno strattone fulmineo le ha strappato la borsa. Un’azione rapidissima che non ha dato il tempo nemmeno alla donna di reagire. Fortunatamente è riuscita a restare in equilibrio mentre il ladro si dileguava con la sua borsa. Per lui un misero bottino 10 euro e un vecchio telefonino.

Del resto neanche gli altri colpi erano stati particolarmente remunerativi: minacciando con un taglierino la titolare delle merceria in vicolo Pozzetto aveva ottenuto 40 euro e intimando di consegnare i soldi a responsabile dell’enoteca di via San Giuseppe 30 euro. 

(foto archivio)

20170501

1 commento

Comments are closed.