SARONNO – “È stata una giornata di festa e di grande partecipazione popolare: più di mille saronnesi hanno visitato il seggio unico costituito in Villa Gianetti per esprimere la propria preferenza sulla scelta del segretario del Partito Democratico”.

Così Nando Lignano portavoce del cittadino della mozione “Avanti Insieme” (Renzi – Martina) commenta i risultati saronnesi delle primarie del Pd.

“Ed anche a Saronno hanno votato 1.061 persone, e di queste 804 pari al 76,3 % dei votanti hanno espresso la preferenza per Matteo Renzi.

La soddisfazione più grande è stata sicuramente quella di vedere che la sfida riformista portata avanti fin dal 2013 da Matteo Renzi per il rilancio del nostro Paese continui a essere capita e sostenuta dalla maggior parte dei votanti, che hanno riposto nuovamente in lui la fiducia per assumere la guida del Partito Democratico in questo delicato momento

Un risultato che quindi ci dà, anche a Saronno, grandi soddisfazioni ma anche grandi responsabilità, la prima è quella di garantire la ripresa dell’azione sul territorio con forza ed unità di tutte le sensibilità presenti nel partito, ora che si sa chi ha vinto e con quali scelte programmatiche. E’ il momento di lavorare tutti assieme, a preparar le sfide che il partito dovrà affrontare: in primis elezioni regionali ed elezioni nazionali tra meno di un anno.

Un ringraziamento speciale va a tutti gli elettori, i militanti e i simpatizzanti che ci hanno aiutato a raggiungere questo risultato”.

01052017

3 Commenti

  1. Una grande responsabilità per rivitalizzare il circolo di Saronno. Si dovrebbe ripartire non solo dai dati espressi oggi nelle primarie ma dalla consapevolezza che, ascoltando le varie anime del Partito senza esclusioni o emarginazioni mirate, TUTTI possano trovare a livello locale quelle energie intellettuali politicamente valide per poter preparare un programma futuro per Saronno. Un progetto concreto, alternativo e convincente per un elettorato saronnese che deluso attende e confida sul cambiamento futuro. Un elettorato cittadino che oggi è sempre più amareggiato dagli attuali amministratori leghisti, perchè tradito dalla loro metodica azione politica dequalificante per Saronno, proiettata ad impoverire una Comunità, mentre I loro compagni di cordata, privati da ogni peso politico stanno a guardare imperterriti, rimanendo indefessi nella loro indifferenza in quanto attaccati alla propria sedia.

  2. Renzi è riuscito a distruggere la sinistra dall’interno cosa mai riuscita neanche in 20 anni di Berlusconi.
    Oppure lavora all’interno per il leopardo ?
    Comunque sia ottima mossa. Da oggi i compagni sono un triste ricordo.
    Viva l’Italia libera finalmente.

Comments are closed.