SARONNO – “Caso” Saronno Robur al vaglio del giudice sportivo: la squadra saronnese domenica scorsa non si è presenta a Mozzate dove era in programma l’ultima partita del campionato di Prima categoria e dove si sarebbero dovuti giocare il tutto per tutto per evitare l’ultimo posto e quindi la retrocessione diretta.

A ringraziare i mozzatesi, che adesso incasseranno tre punti a tavolino e dunque si salveranno direttamente senza passare dai playout. Già la settimana precedente contro il Gorla Maggiore la società roburina, dopo il forte ridimensionamento avvenuto a stagione in corso, aveva fatto molta fatica a schierare almeno 11 giocatori e stavolta evidentemente non ce l’ha fatta. Ora per la Robur si annunciano anche le sanzioni del giudice sportivo, che dovrebbe rendere pubbliche le sue decisioni nella giornata di giovedì, una volta vagliata la relazione dell’arbitro designato per il match con la Mozzatese, Lorenzo Travaini della sezione Aia di Busto Arsizio.

(foto archivio)

02052017

4 Commenti

  1. che vergogna, si dia subito lo stadio Colombo Gianetti all’FBC Saronno, almeno vi può giocare la Juniorese, gli allievi ( che hanno vinto il campionato)… e usare il campo laterale per gli allenamenti, non sacrificando il Matteotti che a fine stagione è conciato da buttar via.

  2. Se vai a vedere la Robur ha più storia dell Fbc rinato 80 volte…poi l attuale FBC ha meno soldi di un francescano…per quanto riguarda lo stadio la colpa è dei precedenti Fbc falliti e del comune..ma comunque una società non preclude l’altra… Sara pubblica per onestà intellettuale

Comments are closed.