SARONNO – Scende dal Saronno-Como di Trenord ed i carabinieri lo ammanettato: una pattuglia l’altro giorno in servizio nell’area della stazione di Locate Varesino ha subito notato lo straniero, che era da tempo ricercato. E’ infatti ritenuto uno degli spacciatori che operano nei boschi della zona.

L’immigrato, in Italia senza permesso di soggiorno, occupazione e fissa dimora, è finito nella rete per una indagine avviata già nel 2015 dai militari della stazione di Mozzate, che ha portato ad identificare ed assicurare alla giustizia sei nordafricani dediti allo spaccio. Quest’ultimo, che ha 24 anni, non era stato sinora possibile rintracciarlo. Perquisito, aveva in tasca una dose di hascisc. E’ stato sottoposto a fermo e trasferito nel carcere comasco del “Bassone”, a disposizione dell’autorità giudiziaria. Negli ultimi due anni, nell’ambito di questa operazione antidroga, i carabinieri hanno complessivamente sequestrato un centinaio di grammi di hascisc ed identificato decine di clienti degli spacciatori.

(foto archivio: carabinieri pattugliano una stazione)

02052017

3 Commenti

  1. Immigrato clandestino spacciatore?
    Incredibile, ma non era una risorsa?

Comments are closed.