SARONNO – “Dopo aver riflettuto a lungo, ho deciso di esternare pubblicamente la delusione che mi ha pervaso dopo la seduta del consiglio comunale di giovedì scorso dove si doveva approvare il rendiconto consuntivo per il 2016. Già i mancati interventi del pubblico non sono stati un buon biglietto di presentazione: ma ciò che mi ha maggiormente deluso è stato l’atteggiamento ipercritico dell’opposizione”.

Inizia così la nota firmata dal consigliere comunale Paolo Strano, a nome della lista civica Saronno al centro, con cui commenta, a qualche giorno di distanza, la movimentata seduta di consiglio comunale con tanto di urla ed espressioni colorite del sindaco Alessandro Fagioli e del capogruppo del Carroccio Angelo Veronesi.

“Intendiamoci: la critica è giusta e legittima poichè inserita nel gioco delle parti, ma in questa occasione l’opposizione si è dimostrata alquanto stizzita, al limite dell’irritante, quasi cattiva, prima accusando l’Amministrazione di auto promuoversi senza nessun motivo, poi arrivando ad affermare che” le relazioni fatte dagli assessori sono state esilaranti” giungendo persino ad insinuare il dubbio che ci sia disonestà nel presentare come proprie iniziative che in città vi sono da oltre vent’anni, attribuendosene perciò il merito.

E’ a questo proposito che voglio portare all’attenzione uno dei tanti punti contestati: nella campagna elettorale del 2015 uno dei punti di forza e di vanto del centrosinistra era stato quello di aver sistemato nel corso della loro amministrazione tutte le scuole comunali. Come è dunque possibile spiegare che nel corso del 2016, cioè solo dopo un anno, l’amministrazione Fagioli ha dovuto investire oltre 550.000 € e ne sono previsti quasi altrettanto per il 2017, per porre rimedio a delle situazioni anche pericolose presenti nei plessi scolastici? O si è rovinato tutto solo dopo un anno -si dovrebbe quindi riflettere sulla qualità dei lavori effettuati- oppure quanto affermato dal centrosinistra in campagna elettorale era semplicemente uno spot pubblicitario.

Le accuse, gli attacchi ingiustificati -talvolta puerili- mossi sono state la goccia che ha fatto traboccare il vaso facendo sì che il sindaco prendesse la parola e in modo fermo e deciso rimandasse al mittente tutte le accuse a lui rivolte dando in modo puntuale e preciso risposte anche documentate.

Concludo con una speranza ed un augurio per tutta l’assise: che nei prossimi consigli comunali, dall’opposizione come anche da qualche consigliere di maggioranza, si mettano da parte gli atteggiamenti poco costruttivi e si torni a fare vera politica per il bene di Saronno e dei Saronnesi”.

(foto archivio: copertina: un momento dello sfogo del sindaco in consiglio comunale. Pagina interna Paolo Strano in consiglio comunale)

02052017

15 Commenti

  1. Che i rapporti con la Lega fossero incrinati e quasi rotti era palese da tempo ma una leccata così grossa NO DAI…

  2. solo quando sarete meno sottomessi si potrà fare vera politica. con il vostro servolismo nulla è possibile. incarnate il peggio della vecchia politica (da veri ex democristiani)

  3. Strano ???
    a proposito, quando farete l’intervento alla rotonda della Focris, cofinanziato dalla regione, che nella relazione dell’assessore risulta prima fatto, poi da fare … e non si capisce se l’avete dimenticato o se non avete più intenzione di farlo?

    • Quello che è STRANO è il fatto che un consigliere comunale di opposizione (SAC siede tra i banchi di opposizione!) prenda le difese della maggioranza (che ha i numeri per governare da sola!) e dica di se stesso di possedere una “stizza ipercritica e deludente”.
      Poi qualcuno mi spieghi questa “anomalia” tutta saronnese: si decida una volta per tutte se SAC fa parte della maggioranza o dell’opposizione.
      Comunque continuo a chiedermi se davvero sono utili due assessori di SAC con un consigliere all’opposizione o forse sarebbe meglio che finalmente la Lega (che torno a ripetere ha tutti i numeri per governare da sola) si liberasse di questo “fardello” e incominci con le parole di Strano a …”fare vera politica per il bene di Saronno e dei Saronnesi”.

  4. Che intervento profondamente inutile.. Lamentarsi che l’opposizione faccia opposizione. Complimenti.

  5. Bravo Strano, dai, contagliene su 4, tu che puoi visto che vieni da un partito coerente… Siamo Alquanto Coerenti o almeno in base alla convenienza.

  6. Rispettate il Sindaco è stato eletto dalla città e la città deve aiutarlo. Quante parole per niente, ricordatevi del passato.

  7. Spesso il silenzio si manifesta il vero… galantuomo. Esternare invece una difesa con idilliache considerazioni poco credibili finalizzate a ricomporre il vincolo del fu rapporto politico di parte, non giustifica i contenuti espressi in virtù degli espliciti teatrali comportamenti arroganti e poco educati di alcuni Consiglieri Comunali. E’ bene ricordare che il Consiglio Comunale non si svolge in un’osteria dove anche il cattivo gusto non viene tollerato ma in un luogo Istituzionale regolamentato da regole che vanno applicate e rispettate da tutti. Si attendono quindi i provvedimenti disciplinari previsti che il Presidente del Consiglio Comunale nell’esercizio delle sue funzioni dovrà emanare ed attribuire senza preconcetti ai diretti responsabili.

  8. bravo Strano! l’educazione ed il rispetto non devono avere una bandiera od un colore.

  9. opposizione in chiaro stile bolscevico… di solito la sinistra lo utilizza quando non ha più ne argomenti ne poteri forti da usare (toghe, prefetti, ecc.)

Comments are closed.