SARONNO – Domenica 7 maggio si riunirà per la prima volta la nuova Assemblea nazionale del Partito Democratico, quella eletta attraverso le primarie che avrà l’importante ruolo di eleggere il nuovo Segretario Matteo Renzi. “Sarà un momento importante – spiega il segretario cittadino e capogruppo in consiglio comunale Francesco Licata – perché segnerà un nuovo inizio per noi e per il Paese”.

“Anche Saronno sarà presente – continua Licata – con un suo rappresentante, Nando Lignano, eletto domenica e fortemente voluto da noi per il suo impegno ed il suo merito e saremo tutti idealmente con lui domenica, in quel di Roma, in questo bel momento di Democrazia. A lui va un grosso in bocca al lupo ed un grande abbraccio”.

Sono stati 1061 i votanti al seggio per le primarie del Pd allestito a Villa Gianetti. I risultati hanno visto: 808 voti per Renzi (76,37%), 250 Orlando (23,67%). Tra i saronnesi che si sono recati alle urne l’ex sindaco Luciano Porro e l’ex presidente del consiglio comunale Augusto Airoldi ed anche il deputato Gianfranco Librandi. In prima linea non solo gli attivisti della mozione Renzi ma anche i consiglieri comunali del Pd.

03052017

6 Commenti

  1. Che segni un nuovo inizio per il Parse? Mah…con a Renzi non mi sembra proprio un buon inizio…il lupo perde il pelo ma non il vizio.
    L’arroganza al potere….

  2. Giusto per sapere, prima ci mandavano foto e interventi del fu (per Saronno) Gervasini, ora avanti con la sovraesposizione di quest’altro personaggio… a prescindere dalle persone che non conosco direttamente, ma questa tattica di lanciare perfetti sconosciuti sulla rete in continuazione è una tattica di autopromozione in modo che poi la gente , alle prossime elezioni, veda il nome e dica “caspita, questo è quello che ha fatto un sacco di cose!” (500 articoli per raccontare prima, durante e dopo la stessa cosa…)

Comments are closed.