SARONNO – “Le porte in vetro di entrata del Municipio non sono certo di poco spessore, quindi visto i buchi provocati, presumo che i colpi siano stati inferti con forza e decisamente rabbia”.

Inizia così il commento del vicesindaco Pierangela Vanzulli in merito al raid vandalico messo a segno ai danni del palazzo municipale ed un istituto di credito di via Marconi.

“Non credo si tratti di semplice vandalismo in quanto i due soggetti, come rilevato dalle nostre telecamere presenti sul territorio, si sono cambiati, mascherati e poi hanno agito. Quindi palese è la volontà dolosa di colpire il Comune ed anche la banca, enti coi quali i due hanno, a quanto sembra, una sorta di “conto aperto”; oppure questi enti sono i simboli di qualcosa verso cui questi individui sono contro. Occorre dunque capire il nesso di casualità che intercorre tra causa scatenante, evento e risultato finale”.

Non manca l’amarezza: “In ogni modo una certezza l’abbiamo e riguarda il costo, ingente, che il Comune, ovvero tutti i saronnesi, dovranno sostenere per riparare tale danno. Quando si fanno certe cose arrivando alla violenza contro beni pubblici o addirittura persone, le parole sono ovviamente a zero. Sia che si tratti di cause che attengono a fatti di natura privata, sia che lo scenario riguardi il pubblico (non dico politica perché quella si fa con le parole e non con i martelli), ci troviamo di fronte a un’ennesima sconfitta. Quando si arriva ad usare questi metodi a perdere è il dialogo, la tolleranza e la democrazia qualsiasi sia la causa motivante il gesto”.

09052017

8 Commenti

  1. …e pensare di sottoscrivere un’assicurazione contro i danni vandalici, invece di far pagare i cittadini?

  2. indubbiamente una idiozia…oltretutto, per riparare il danno, si usano i soldi dei contribuenti.

  3. un sacco di parole inutili, di luoghi comuni, di frasi fatte; una sconfitta per la città? ma cosa significa? lei sa quante sconfitte ha allora avute questa città?
    fortuna che poi dice che “le parole stanno a zero”

  4. Dimostrazione di affetto per istituzioni e banche che tanto fanno per farsi benvolere.
    Comunque ricordatevi che chi aveva il martello nel simbolo lo ha sempre usato contro chi la pensa diversamente, e lo stesso vale per la falce.

  5. che bello che da quando il sindaco è in vacanza la vanzullli è puntuale nell’informarci, peccato sia gerenzanese e con la vittoria di BORGHI tornerà al paesello a fare la vicesindacae Ale perderà un pezzo dovendo rimpastare la giunta,perchè non lo lasciamo in vacanza ancora un po l’alefagio?

    • Mi sa Che il Borghi gerenzanese prende un’asfaltata senza precedenti, e la Vanzulla ce la teniamo fino a fine legislatura… ohibò

Comments are closed.