Home Primo piano Bloccati i furgoni delle consegne Amazon: sciopero al deposito di Origgio. Presidio...

Bloccati i furgoni delle consegne Amazon: sciopero al deposito di Origgio. Presidio anche a Caronno

511
13

CARONNO PERTUSELLA – ORIGGIO – Alle 6,15 sono arrivati con gli striscioni e le bandiere davanti ai cancelli del piazzale dove vengono ricoverati in furgoni per la notte e ne hanno bloccato l’accesso. Così è iniziato le sciopero ad oltranza di una quarantina di lavoratori che effettuano le consegne, tramite una cooperativa e una società, nel centro logistico di Amazon ad Origgio.

l lavoratori lamentano una mancata applicazione del contratto collettivo nazionale ad oltre 200 dipendenti ma anche ore di lavoro straordinario non retribuite e poca puntualità nei pagamenti. “E’ un far west – spiega Emanuele Barosselli segretario regionale della Filt Cgil – abbiamo avuto un primo incontro con l’azienda dopo diverse richieste ma non ha portato a nulla”. A dare solidarietà anche i delegati sindacali che operano del settore delle consegne.

Al momento lavoratori e delegati sindacali sono divisi in due: un presidio è in via Lura 36 a Caronno Pertusella dove viene bloccato l’accesso al piazzale in cui fanno base i furgone per le consegne e uno ad Origgio davanti al deposito Amazon. In entrambe le location è presente una pattuglia dei carabinieri della compagnia di Saronno che segue l’evolversi della situazione. L’intenzione è quella di uno sciopero e di un presidio ad oltranza.

11052017

13 Commenti

    • a forza di ripetere le cose, la gente ci crede….

      Comunque possono sempre cercarsi un altro lavoro, ad esempio da qualche piccolo negoziante. Giusto x essere brutali

    • il problema non è Amazon ma le cooperative alle quali si appoggia, se dovesse assumere tutti direttamente questi problemi non ci sarebbero… ma si sa le cooperative hanno ”particolarità” mai sanate a livello normativo.

  1. Ad Amazon non gliene frega una cippa di questi.. li lascia a casa e ne prende altri… funziona così, fatevene una ragione.

  2. Benvenuti nell’era degli acquisti online.
    Sindaacti, e mo sono …zzi vostri con questi colossi.

  3. Capirai… È così da 15-20 anni nel commercio della grande distribuzione, se ne accorgono ora quelli della CGIL???

  4. a prescindere che bisogna soppesare bene le minkiate che scrivete giusto x fare notizia visto che io sono uno dei lavoratori di origgio che nn ha aderito allo sciopero e stata una cosa illegale xche fondamentalmente la maggior parte dei dipendenti della cooperativa erano all oscuro del picchetto di questa mattina cio vuol dire che e semplicemente stato fatto un atto forzoso anche nei confronti di coloro che nn erano al corrente e nn volevano scioperare. vuoi scioperare ti fermi ma nn chiudi i cancelli.x di piu i rappresentanti sindacali hanno trattato il resto dei dipendenti con strafottenza ed arroganza.quindi personalmente mi dissocio da cio che ho letto nell articolo xche x l ottanta x cento sono tutte cazzate.

  5. 4 al sig anonimo sostiene il problema sono le cooperative. Io dico come si fa a dire certe cose senza sapere? Amazon affida a società esterne ma e amazon che dice come si lavora in casa sua decide tutto amazon e il cliente di queste società o cooperative chiamate le come preferite

  6. Caro collega, a prescindere che è stato fatto tutto in termini di legge in quanto era stato proclamato lo stato di agitazione ( termine che sicuramente non ti è chiaro visto le tue parole ed il tuo commento) quando otterremo dei miglioramenti con la nostra azione voglio proprio vedere se avrai la coerenza di rifiutare il nuovo contratto

  7. Io invece sono uno dei lavoratori di Origgio ma di quelli che hanno lottato per i propri diritti… È vi dico che se l’Italia è com’è.. è grazie alle persone che non hanno il coraggio di combattere per la propria vita e per il futuro dei propri figli…
    Poi vi dico che li sciopero è stato legale al 100%, perché è stata richiesta una riunione a cui però non ha partecipato chi di dovere, da lì è iniziato lo stato di agitazione (legale) e conseguente sciopero, tra virgolette non si è potuto parlare a tutti della strada intrapresa, proprio per la presenza di persone che avrebbero, (senza realmente pensare ai propri colleghi) sbirrato tutto a chi di dovere, tagliando tutto sul nascere col licenziamento delle persone interessate,… Ed è proprio così che si fanno queste cose, in maniera corretta e diplomatica. Invece vi dico che il tutto è servito ad incontrare i rappresentanti interessati, che si sono dimostrati persone molto intelligenti e interessate ad una soluzione, i responsabili di Amazon sono stati dalla parte dei lavoratori, le persone precarie saranno assunte a tempo indeterminato e alle persone già con contratto indeterminato sarà applicato come da accordi un contratto di logistica e trasporti normato dalla legge di cui beneficeranno tutti i lavoratori, anche coloro che tanto si sono lamentati e si lamentano… Anche se non lo meriterebbero…
    Per cui il rischio è il coraggio di alcuni è stata la fortuna di tutti!!
    Un grazie alla comprensione dei dirigenti di navire Sailpost e Amazon che si sono dimostrati persone intelligenti e attente ai nostri diritti!

  8. Ora che abbiamo ottenuto un risultato caro collega ora sta a te nn accettare i miglioramenti ed esser coerente con c Io che hai scritto noi abbiamo messo tutto ciò che potevamo …faccia …tempo e tutto ciò che serviva tu che cosa hai messo…nulla..hai solo guadagnato alle spalle degli altri

Comments are closed.