SARONNO – E’ il consigliere comunale leghista Luisa Garbelli a fare il punto dell’attività dell’Amministrazione comunale nel settore cultura.

“Gli aspetti chiave sono stati due – esordisce in una nota – il primo punto e sicuramente il più importante, che voglio evidenziare come presidente della commissione istruzione e cultura, è che, nonostante le scarse disponibilità economiche a disposizione, siamo riusciti a mantenere e a garantire tutte le collaborazioni con le associazioni e le attività già consolidate negli anni passati. Il secondo punto è la promozione, da parte del settore istruzione e cultura, dei bandi di concorso, che hanno rappresentato un’assoluta novità. I concorsi proposti sono stati quattro: stop al bullismo, in memoria delle vittime del terrorismo, raccontare il territorio di Saronno, raccontare la scienza e la tecnica”.

Il consigliere comunale spiegale motivazioni che hanno portato a questa proposta culturale: “Concorsi ideati e progettati con un duplice scopo ossia: stimolare i partecipanti alla riflessione, ma anche quello di coinvolgere la partecipazione collettiva, in quanto sono stati indirizzati a tutti: alle singole persone, alle associazioni, ai gruppi fino ad arrivare agli istituti scolastici. Temi estremamente diversi tra loro che richiedono nel trattarli un impegno ed uno stimolo a 360 gradi per chiunque fosse interessato. La scelta degli argomenti è stata imposta, in parte, dai fatti di cronaca che ci hanno colpito nel recente passato, nello specifico mi riferisco al tema del bullismo e del terrorismo.

Ed entra poi nello specifico di ogni singolo bandi: “Il concorso “stop al bullismo” è stato considerato anche come un punto di partenza, uno spunto che viene fornito dai partecipanti agli amministratori e a tutti noi per cercare di approfondire dal punto di vista psicologico e sociale, attraverso l’intervento di esperti, questa piaga sociale che è ormai diventata a tutti gli effetti un fenomeno trasversale.

Per quanto riguarda il concorso “in memoria delle vittime del terrorismo” ha trovato origine dal lavoro svolto congiuntamente col consiglio comunale, che ha delegato la commissione istruzione e cultura a raccogliere delle idee attraverso il concorso, per poter ricordare le vittime del terrorismo.

Il tema del concorso “raccontare il territorio di Saronno” ha voluto e vuole essere un sollecito rivolto a tutti noi per ricordare ed imparare a conoscere la nostra genesi, attraverso la nostra lingua, le tradizioni, il cibo insomma attraverso tutte quelle che sono le nostre peculiarità.

L’ultimo concorso proposto “raccontare la scienza e la tecnica” è nato dalla necessità di incentivare la diffusione e la valorizzazione della cultura scientifica rivolto agli istituti scolastici, alle associazioni che si occupano di scienza, ma anche a quelle attività ed imprese che sono impegnate nella ricerca.

15052017

8 Commenti

  1. prendo atto che la signora Garbelli ha un “eleganza nel vestire” non conforme a certi suoi colleghi.
    Mi sembra un punto a Suo favore.

  2. Nuova strategia della Lega, fa intervenire tutti i suoi signori nessuno e così tenta di mascherare il suo niente in città. Le persone non sono stupide, ricordatevelo.

    • Forse questi signor nessuno sono dei consiglieri comunali eletti a rappresentare la Lega e sono una parte di una squadra preparata e pronta a lavorare per il bene della città.
      Altri, invidiosi, non hanno ancora digerito la sconfitta elettorale e non ammettono -ovviamente- il buon lavoro della Lega e della giunta Fagioli.

      • Stai pure tranquillo anonimo, io non ho alcuna sconfitta da digerire visto che magari ho anche votato per voi.
        Ti prego solo di una cosa:”sono una parte di una squadra preparata e pronta a lavorare per il bene della città”…questa parte risparmiamela perché non si può sentire, tra l’altro consiglieri eletti si, con 30 voti.

        Ciao

Comments are closed.