Home Città Palaexbo regno degli scacchi: domenica di sfide tra 200 giovani talenti lombardi

Palaexbo regno degli scacchi: domenica di sfide tra 200 giovani talenti lombardi

206
4

SARONNO – Un evento dedicato ai piccoli campioni che ha saputo incuriosire e conquistare tanti saronnesi di tutte le età. E’ stato un evento nell’evento il torneo organizzato dalla Federazione scacchistica italiana, con il comitato regionale lombardo e l’Asd Scacchistica Cerianese domenica nella città degli amaretti.

A partire dalle 9 sono stati 190 i giovani talenti, dalla categoria under 8 alla under 16, che si sono sfidati sui tavoli allestiti al Palaexbo di via Piave. La struttura, gestita dall’ex municipalizzata Saronno Servizi, è diventata così il regno di scacchiere e cronometri. 145 i giocatori maschi e 45 femmine si sono sfidati in partita con formula rapida per l’intera giornata fino alla proclamazione dei vincitori nelle diverse categorie. Una decina i volontari dell’Asd Scacchistica Cerianese che hanno curato l’allestimento e la buona riuscita della manifestazione. “E’ stato davvero un impegno – commenta il presidente del sodalizio Maurizio Dimo – è stato un evento impegnativo per la nostra società ma la dedizione dei partecipanti e il loro impegno ci ripagano di tutto il lavoro fatto”. Tanta l’emozione e la soddisfazione anche per i piccoli partecipanti che si sono sfidati all’insegna del fair play.

A conquistare il primo posto: per la U8 femminile Bianca Pavesi (Accademia Milano), per la U10 femminile Giulia Sala (Cormano), per la U10 assoluto Brando Pavesi (Accademia Milano), per la U12 femminile Elisa Cassi (Bergamo), per la U12 assoluto Mattia Angelo Valtemara (Milanese), per la U14 femminile Aurora Colombo (Excelsior Bergamo), per la U14 maschile Ignazio Arena (Milanese), per la U16 femminile Alessandra Bossoni (Cormano) e per la U16 maschile Simone Mazzoccoli (Scacchistica Milanese).

16052017

4 Commenti

  1. Peccato che a Saronno c’erano le Comunioni (due o tre turni per parrocchia) e molti appassionati e piccoli scacchisti erano già impegnati.

Comments are closed.