BUSTO ARSIZIO – Onorificenza alla memoria per Enzo Volontè, imprenditore, politico ed “anima” del sociale saronnese. Sabato 13 maggio al teatro Sociale di Busto Arsizio si è svolto il “Congresso di primavera” dei Lions Club appartenenti al Distretto 108 Ib 1 sotto l’egida del governatore Carlo Masseroni. Erano presenti 250 delegati in rappresentanza di 83 club di sei province. Tra le autorità presenti il senatore Giuseppe Guzzetti. Nell’ambito delle attività del congresso si sono delineate le varie attività di solidarietà lionistiche nonché la nomina degli organi rappresentativi per la prossima annata 2016-2017 e le relative linee programmatiche.

Tra i vari argomenti dell’ordine del giorno vi è stato il “Conferimento Lions d’oro” alla memoria del saronnese Enzo Volontè. Ecco la motivazione.

Uomo di grande spessore: professionista esemplare, conoscitore di leggi e regolamenti a livello internazionale; da sempre impegnato in attività benefiche di notevoli proporzioni. politico lungimirante, filantropo, operatore sociale, sapeva coinvolgere altre persone con l’intento di essere di utilità per lo sviluppo ed il prestigio di tutta l’associazione Lions propagandone i valori e le finalità e altre sensibilità attorno all’idea del lionismo, splendidamente sintetizzabile nel motto “We serve”. Ha saputo tacere la sua malattia sino alla morte, lavorando e impegnando sé stesso sino all’estremo portando a termine l’operagrandiosa Casa di Marta Fondazione Onlus quale incubatrice di tante associazioni cittadine operanti in attività caritatevoli e di sostegno.

Alla cerimonia di consegna del Lions d’oro erano presenti sul palco la vedova Mariangela e il figlio Giovanni nonché il presidente del Lions Club Saronno Insubria, Giorgio Sala.


17052017