SARONNO – “Cercava un attimo di felicità con una gita al mare ed invece quell’impatto che l’ha strappato al nostro affetto, alla nostra vicinanza lo porterà alla felicità eterna”.

E’ questo il focus dell’omelia di don Alberto Corti che ieri pomeriggio ha celebrato il funerale di Rudi Angelo Banfi il 57enne scomparso lunedì mattina lungo l’A1 tra Modena Nord e Modena Sud. Le prime ricostruzioni parlano della Mercedes guidata dall’ex imprenditore rovellese Modesto Agnelli, anche lui scomparso, tamponata e schiacciata contro il guard rail da un mezzo pesante. Un impatto violentissimo che non ha lasciato scampo ne all’84enne al volante ne al 57enne. Sul posto ambulanze ed automediche ma, come detto, per i due uomini non c’era davvero nulla da fare. Gli amici stavano andando a Marotta in provincia di Pesaro per trascorrere qualche giorno al mare.

“E’ la seconda volta che questa famiglia viene toccata da un dolore così profondo e difficile da accettare – ha esordito don Albero Corti – non ci sono parole per momenti come questo. Dobbiamo affidarci alla vicinanza e alla solidarietà. Non dobbiamo mai dimenticare che se la morte ci separa la forza dell’amore ci tiene uniti”. Tanti i saronnesi che si sono stretti intorno ai familiari per un ultimo saluto al saronnese. Oggi, sabato alle 10, nella chiesa parrocchiale di Rovello Porro si terranno i funerali di Modesto Agnelli.

20052017